laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Un’ottima Carispezia Arquati ancora sconfitta: vince Napoli 72-82

Più informazioni su

Non bastano 26 punti di Premasunac e 20 di De Pretto. Gran prova però delle bianconere.

LA SPEZIA – È arrivata un’altra sconfitta, ma questa volta molto onorevole: Napoli espugna il PalaSprint 72-82, ma le spezzine sono sempre rimaste in partita e hanno giocato un’ottima pallacanestro per 35 minuti. Il break decisivo è stato costruito dalle campane ad inizio terzo quarto, un 14-4 targato Gray (dominatrice sotto canestro) – Gemelos che ha quasi spezzato le gambe alle bianconere, poi tornate a -6 nel finale. Non sono bastati 26 punti di Premasunac e 20 di De Pretto, ma la prestazione fa ben sperare in vista della volata salvezza.

La Carispezia Arquati segna il primo canestro della partita con Benic, mentre dall’altra parte Cinili e Gray prendono per mano Napoli e rispondono colpo su colpo alle spezzine. Il match è equilibrato e gradevole nonostante il divario tecnico tra le due squadre, i ritmi rimangono bassi, e questo giova alle bianconere che possono quasi sempre difendere a difesa schierata. L’arma in più è Nina Premasunac, che nei suoi uno contro uno sotto canestro ha messo spesso in difficoltà le campane. Sul finire di primo quarto Plaisance piazza due triple che ridanno a Napoli il vantaggio (16-20), che sarà mantenuto anche all’intervallo lungo (36-37), nonostante la Cestistica abbia avuto anche cinque lunghezze a proprio favore a metà della seconda frazione. Ma finora è proprio tutta la squadra a girare bene, sia in attacco che in difesa.

Nella ripresa Napoli costruisce il parziale vincente, un 14-4 che mette in difficoltà le spezzine e le caccia sul -11. Gray sotto canestro domina ogni rimbalzo, sfrutta la sua potenza fisica oltre al suo atletismo, e fa la differenza. Dall’altra parte, Carispezia Arquati sempre alla ricerca delle campane, ma ogni tentativo viene rispedito indietro, così che il divario rimane sempre intorno alle dieci lunghezze. L’ultimo quarto vede la Mapei Saces controllare il proprio vantaggio, sebbene le spezzine non mollino assolutamente. Finisce 72-82. Napoli guadagna altri due punti in classifica, mentre la Carispezia Arquati rimane a quota 4, con Battipaglia a 6, sconfitta da Lucca.

CARISPEZIA ARQUATI LA SPEZIA 72 – 82 MAPEI SACES GIVOVA NAPOLI (16-20, 36-37, 50-58)

LA SPEZIA: Striulli 12, Nori, Aldrighetti ne, Corradino, Premasunac 26, De Pretto 20, Brezinova 7, Bacchini 5, Benic 2, Linguaglossa, Carrara ne. All. Barbiero.

NAPOLI: Pastore 2, Cinili 12, Carta 2, Chesta, Gonzalez 5, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 27, Gemelos 16, Plaisance 15. All. Molino.

Più informazioni su