laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

I mercoledì del CAMeC. Rocco Parisi clarinetto ed elettronica

Più informazioni su

Mercoledì 8 marzo, ore 17.30. Ingresso libero. 

LA SPEZIA – L’8 marzo alle 17.30 il CAMeC ospiterà un importante appuntamento con la musica contemporanea, evento a latere della mostra “Da un’avanguardia all’altra, esperienze verbo-visive tra Gruppo 63 e Gruppo 70”.

Ideato e curato dal Prof. Andrea Nicoli, docente di composizione presso il Conservatorio Puccini della Spezia, l’incontro ha come protagonista Rocco Parisi, uno dei massimi esponenti della musica contemporanea scritta per clarinetto basso, che proporrà un concerto di musiche composte intorno a un’idea dell’innovativo tipografo ed editore genovese Francesco Pirella. Si tratta dell’”Antilibro”, progetto-manifesto nel quale Pirella coinvolse Gillo Dorfles, Mario Persico e Edoardo Sanguineti, rivolto a definire un nuovo concetto di editoria, antindustriale e divergente dai consolidati canali di distribuzione.

Nell’ambito di questo sodalizio Edoardo Sanguineti scrisse, e interpretò con la sua voce, un acrostico tratto appunto dal nome di Francesco Pirella. Sulla base della registrazione della performance, otto compositori utilizzarono i suoni di Sanguineti elaborandoli in vario modo e sovrapponendoli al suono del clarinetto basso di Rocco Parisi. Sulla frontiera di una rivoluzione antropologica, la imprevedibile e incontrollabile transizione dall’uomo analogico all’uomo digitale, l’uomo-matrice di Francesco Pirella pone con forza il dilemma della separazione tra meccanico e biologico, tra digitale e fisico, proponendone una ricombinazione, una fusione armonica. E lo stesso dilemma si ripropone in questo progetto musicale confrontando otto diversi modi di intendere un’espressione musicale.

Rocco Parisi è nato a S. Pietro a Maida e ha compiuto gli studi musicali in Olanda conseguendo brillantemente il “Getuigschrift”, diploma di clarinetto basso, e in Italia laureandosi con il massimo dei voti e lode in discipline musicali presso l’istituto superiore di studi musicali conservatorio “G.F. Ghedini” di Cuneo. Vincitore di vari concorsi internazionali, ha partecipato per quattro anni ai corsi di alto perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena tenuti da Giuseppe Garbarino, ottenendo ogni anno una speciale borsa di studio e alla fine del quadriennio il Diploma d’Onore. Il M° Garbarino lo ha voluto in seguito come assistente presso la stessa Accademia. Interprete di rilievo nella musica contemporanea ed innovatore della tecnica strumentale del clarinetto basso, gli sono state dedicate numerose composizioni eseguite in importanti rassegne italiane (Chigiana Novità Siena, Settembre Musica Torino, Biennale di Venezia, Nuovi Spazi Musicali Roma, Spazio Musica Cagliari, festival Cervantino Guanajuato Messico, etc). Ha eseguito in prima esecuzione mondiale la “Sequenza IX c” per clarinetto basso di Luciano Berio e sempre del M° Berio in prima esecuzione italiana “Chemin II” per clarinetto basso e orchestra. Un’attenta collaborazione in diretto contatto con Ennio Morricone e Sylvano Bussotti gli ha consentito di registrare alcune “premiere”, suonando loro composizioni in prestigiose sale da concerto. Ha tenuto in qualità di solista concerti e masterclasses in vari Paesi stranieri (Germania, Turchia, Cina, Portogallo, Svizzera, Francia, Spagna, Grecia) ed in sedi importanti (Basklarinetdagen Gent, Strobel Studio Freiburg, Rotterdam Conservatorium, Centrum Sztuki Wspolczesnej Varsavia, Accademia Musicale di Cracovia, UHR kleiner saal Leipzig, Beijing central conservatory). E’ stato invitato dalla I.C.A. (International Clarinet Association) a tenere concerti e masterclass ai congressi mondiali sul clarinetto di New Orleans, Stoccolma, Salt Lake City, Austin, Los Angeles, Assisi, Baton Rouge. Ha fatto parte come clarinetto basso di varie orchestre italiane fra cui l’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole, l’Arturo Toscanini di Parma, l’Orchestra da camera di Padova, l’Orchestra Sinfonica Nazionale” della RAI. E’ docente di clarinetto e clarinetto basso al conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria.

Più informazioni su