laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Nella Zona Buffer delle 5 Terre

Più informazioni su

Prosegue il lavoro di Mangia Trekking sulle antiche vie della Val di Vara.

A Riccò del Golfo prosegue il lavoro assegnato dall’Amministrazione Comunale all’associazione Mangia Trekking per valorizzare la rete sentieristica, con particolare attenzione alla zona Buffer (cuscinetto) verso il Parco Nazionale delle Cinque Terre. Un’attività con obiettivi lungimiranti, che si propone di far conoscere in modo chiaro, all’universo mondo dell’escursionismo italiano, che il territorio di Riccò del Golfo è una delle principali porte verdi alle Cinque Terre. Infatti il Comune della Val di Vara confina direttamente con 4 delle 5 terre, Riomaggiore, Manarola, Corniglia e Vernazza. E la quinta Monterosso, non è poi così lontana. Riccò del Golfo, dove le manifestazioni escursionistiche di Mangia Trekking, connesse con gli elementi culturali dei luoghi (es. religione, antichi mestieri), la presenza sui percorsi di siti e strutture particolari, che l’associazione, attraverso gli accordi raggiunti, si prefigge di allestire quale meta e sosta per gli escursionisti in transito, nonché le caratteristiche della stessa rete sentieristica, possono contribuire fattivamente alla più alta valorizzazione turistico-escursionistica di tutto il Comune.

Foto-2---Mangia-Trekking-al-lavoro-sull'antica--Via-Aurelia

Nel progetto ideato dall’ Associazione Mangia Trekking, e sviluppato insieme all’Amministrazione Comunale, partendo dall’antica Via Aurelia, che attraversa interamente il territorio di Riccò del Golfo, si vanno aprendo e segnalando, ad ovest e sud-ovest le vie sentieristiche che conducono alle Cinque Terre, ad est e nord-est quelle verso il borgo di Polverara, la Lunigiana e l’Appennino. Nel quadro del progetto in via di realizzazione, saranno ben promosse, anche interessanti attività di cammino giornaliero da Riccò del Golfo al mare di Porto Venere e verso la città di La Spezia. Intanto in questi giorni, a cura di Roberto e Piero, nonostante la pioggia, ha preso il via la sistemazione delle prime tabelle in legno di castagno lavorato a mano, contraddistinte dalla qualità artigianale dei lavori realizzati dall’associazione dell’alpinismo lento. Un lavoro in itinere che si andrà sempre più perfezionando e sviluppando in diverse direzioni, anche con attenzione alla toponomastica dei luoghi ed alla cartografia e si concluderà con l’apposizione dei numeri sulle tabelle. Mangia Trekking rileva con soddisfazione il consenso delle persone che si soffermano ad osservare la significativa iniziativa ed auspica che sempre più abitanti del Comune di Riccò del Golfo contribuiscano a sostenere un’associazione che opera a favore del territorio.

Più informazioni su