laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Programmazione al Cinema “Il Nuovo” e “Astoria” Lerici

Più informazioni su

CINEMA IL NUOVO LA SPEZIA VIA COLOMBO 99

Mercoledì 8 Marzo

Ore 17.30-19.30 JACKIE (Speciale Festa della Donna paghi uno entri in due )

Ore 21.15  CARO LUCIO TI SCRIVO

Giovedì 9  Marzo

Ore 17.30 VI PRESENTO TONI ERDMANN

Ore 21.00 GOD’S NOT DEAD 2 ( ANTEPRIMA)

Venerdi  10 Marzo

Ore  15.45 YU GI OH THE DARK SIDE OF DIMENSION ( SERIE ANIME)

Ore 18,00- 21.00 VI PRESENTO TONI ERDMANN

Sabato  11  Marzo

Ore 15.00 YU GI OH THE DARK SIDE OF DIMENSION ( SERIE ANIME)

Ore  17.15 -19.30 -21.45- VI PRESENTO TONY ERDMANN

Domenica  12  Marzo

Ore 11.00 ( mattinèe) YU GI OH THE DARK SIDE OF DIMENSION ( SERIE ANIME)

Ore 15.00-17.30-20.30 VI PRESENTO TONY ERDMANN

Lunedi  13  Marzo

Ore 17.00  VI PRESENTO TONY ERDMANN

Ore 19.30 ALLA RICERCA DI UN SENSO

Ore 21.00 GOD’S NOT DEAD 2

Martedi 14 Marzo

Ore 15.00-16.30 REVOLUTION NEW ART FOR A NEW VORLD (La Grande Arte al Cinema)

Ore 18.00 GOD’S NOT DEAD 2

Ore 20.00 LA TRAVIATA ( IN DIRETTA DAL METROPOLITAN)

Mercoledì 15  Marzo

Ore 16.00-17.30 -21.00 REVOLUTION NEW ART FOR A NEW VORLD (La Grande Arte al Cinema)

Ore 19.00 GOD’S NOT DEAD 2

 

CINEMA TEATRO ASTORIA LERICI VIA GERINI 18
Mercoledì 8 Marzo

Ore 17.00-21.00 JACKIE (Speciale Festa della Donna paghi uno entri in due )

Giovedì 9  Marzo

Ore 17.00-21.00 LA LA LAND

Venerdi 10 Marzo

Ore 21.00 LA LA LAND

Sabato 11 Marzo

Ore 16.00-18.15-21.00 LA LA LAND

Domenica 12 Marzo

Ore 15.45 -18.00-21.00 LA LA LAND

Lunedi  13 Marzo

Ore 21.00 LA LA LAND

Martedi 14 marzo

Ore 17.00-21.00  REVOLUTION NEW ART FOR A NEW VORLD (La Grande Arte al Cinema)

Mercoledi 15 Marzo

Ore 17.00-21.00 REVOLUTION NEW ART FOR A NEW VORLD (La Grande Arte al Cinema)

SINOSSI:

JACKIE Un film di Pabo Larrain, con Natali Portma, John Hurt  durata 91 min. – USA,  Il giorno più lungo dell’America per Larraín passa allora sotto la gonna di Jackie Kennedy che convinse il popolo americano a finanziare il suo grande progetto di restaurazione della Casa Bianca facendo appello dalle telecamere televisive. Larraín mette in scena il potere dell’immaginazione di una donna col suo gusto abituale per il paradosso, combinando l’immagine di una ricostruzione storica con l’immagine di una rappresentazione privata Interpretando il desiderio mimetico di Larraín, Natalie Portman incarna il simbolo che precede il soggetto nell’immaginario popolare, il bagliore di luce che prelude al buio, il corpo rivestito in dialettica col mondo. Un mondo che sfila con lei, uno sguardo senza pudore da cui la separa un velo nero. Una striscia di tessuto leggero che definisce il confine tra verità e performance, semplicità ededonismo, intimo e pubblico. Tra Jacqueline e Jackie.

CARO LUCIO TI SCRIVO La docu-fiction “Caro Lucio ti scrivo” (liberamente ispirata all’omonimo spettacolo teatrale scritto da Cristiano Governa per la regia di Riccardo Marchesini) nasce con l’intento di cambiare la prospettiva, l’angolo d’inquadratura attorno alla narrazione di un mito come Lucio Dalla.Infatti il cantautore bolognese non sarà raccontato attraverso interviste di repertorio o contributi di amici, collaboratori e colleghi, ma, in un viaggio costantemente in bilico tra fantasia e realtà, saranno i suoi “figli” a parlarci di lui, i protagonisti di alcune delle sue canzoni più belle. Anna e Marco, Futura, il “caro amico” de L’anno che verrà, Meri Luis, gli amanti divisi de La casa in riva al mare, un “ragazzo pesciolino” simbolo di Com’è profondo il mare. E sullo sfondo, Bologna, com’era e com’è., in occasione del quinto anniversario della scomparsa di Lucio Dalla, un inedito omaggio  L’originalità del progetto è nel fatto che per una volta non si tratterà solo di ascoltare testimonianze e racconti di vita del genio Dalla, ma a parlare saranno direttamente i protagonisti dei suoi racconti in musica grazie alle lettere scritte al cantautore e, in bilico tra fantasia e realtà, “intercettate” dalla sua postina Egle. A dar loro voce saranno artisti d’eccezione come Ambra Angiolini, Alessandro Benvenuti, Piera Degli Esposti, Neri Marcorè, Ottavia Piccolo, Andrea Roncato e Grazia Verasani.
VI PRESENTO TONI ERDMANN regia di Maren Ade con Peter Simonischek, Sandra Hüller, durata 162’Germania Winfried non ha spesso occasione di vedere sua figlia Ines, impegnata nel lavoro. Insegnante di musica improvvisamente senza studenti, decide di farle una visita a sorpresa. Una mossa azzardata, dal momento che Ines è una seria donna in carriera e sta lavorando a un progetto importante come esperta di strategie aziendali a Bucarest. Il cambiamento geografico non contribuisce a facilitare i rapporti tra i due. Inguaribile burlone, Winfried adora infastidire sua figlia con scherzi di dubbio gusto. Quel che è peggio sono le sue frecciatine allo stile di vita quotidiana di Ines, fatto di lunghe riunioni, bar di alberghi e resoconti di performance aziendali. Padre e figlia raggiungono un momento critico di impasse e Winfried decide di tornare in Germania. Quand’ecco che compare l’appariscente Toni Erdmann, che altri non è che il bislacco alter ego di Winfried. Mascherato con indosso un abito pacchiano, una bizzarra parrucca e ancor più bizzarri denti finti, Toni irrompe nella vita professionale di Ines spacciandosi per il coach del suo amministratore delegato. Sotto le mentite spoglie di Toni, Winfried è ancora più audace e incapace di contenersi, ma Ines accoglie la sfida. Più in là si spingono, più si avvicinano. In un vortice di follia, Ines comincia a comprendere che forse il suo eccentrico genitore tutto sommato ha diritto di occupare uno spazio nella sua vita.

GOD’S  DEAD 2 ANTEPRIMA ispirato a numerose cause legali accadute negli Stati Uniti, affronta il delicato tema della difesa del diritto alla libertà di espressione e di opinione, spingendo a interrogarsi sui grandi valori della vita, per arrivare a chiedersi: quanto si è disposti a rischiare per difendere ciò in cui si crede?L’ambientazione si sposta dal college del primo GOD’S NOT DEAD all’aula di un tribunale, dove un’insegnante di liceo, Grace Wesley (Melissa Joan Hart), viene chiamata in giudizio per aver fatto proselitismo in classe, rispondendo alla domanda di una studentessa sulla figura storica di Cristo. Per l’accusa, rappresentata da uno dei più prestigiosi avvocati americani (Ray Whise) tale accadimento dovrà servire a creare un precedente finalizzato alla rimozione di ogni argomentazione di fede dai luoghi pubblici. La difesa, affidata ad un giovane avvocato di ufficio (Jesse Metcalfe), con poca esperienza ma brillante e molto determinato, riserverà però alcuni colpi di scena. Con la colonna sonora dei Newsboys, GOD’S NOT DEAD 2 è un film in cui s’intrecciano storia e attualità, fede e dubbio, spingendo adolescenti e adulti a interrogarsi sui temi più profondi dell’esistenza.

YU-GI-OH THE DARK SIDE OF DIMENSION Per festeggiare il 20° anniversario del manga Yu-Gi-Oh! torna al cinema Sceneggiato dallo stesso autore del manga la pellicola vede protagonisti della nuova avventura saranno Yami Yugi e Seto Kaiba, ovvero i protagonisti della prima serie animata, i quali torneranno a duellare a seguito di un nuovo pericolo portato da un misterioso ragazzo.

ALLA RICERCA DI UN SENSO “Alla Ricerca di un Senso” è un giro del mondo contromano. Un viaggio alla ricerca di un’economia alternativa, per spezzare le catene del consumismo globalizzato. Come insegna il maestro Paramahansa Yogananda.: “L’attuale sistema finanziario non è più praticabile. Cambiamenti fondamentali stanno portando a un nuovo modo di concepire le nostre risorse”.Un film di denuncia e di proposta: dalle crisi ecologiche provocate dall’avidità delle multinazionali alla reale forza della società civile che potrebbe cambiare le cose. Per riaffermare che alla base del nostro stile di vita non può esserci il denaro, ma l’uomo, i suoi principi fondamentali: la fiducia, il rispetto del prossimo e della natura, il senso di comunità. Perché le produzioni a km zero sono una necessità, non una moda.“Alla Ricerca di un Senso”, ci offre una via d’uscita. Disegna i cambiamenti possibili grazie al contributo di Sociologi, Economisti, Agronomi, Astrofisici e Filosofi di fama mondiale. Ci spiega che c’è una parte di mondo, in ogni parte del mondo, non allineato. ANTEPRIMA IN COLLABORAZIONE CON WWF

LA TRAVIATA IN DIRETTA DAL METROPOLITAN   Sonya Yoncheva canta una delle eroine più amate dell’opera, la tragica cortigiana Violetta, un ruolo in cui ha trionfato sul palco Met  insieme a Michael Fabiano, nel ruolo del suo amante, Alfredo e Thomas Hampson nel ruolo del padre, Germont.

REVOLUTION NEW ART FOR A NEW WORLD LA GRANDE ARTE AL CINEMA audace e scrupoloso. Racchiude il racconto di anni cruciali della storia russa e delle avanguardie artistiche che ne hanno cambiato per sempre il volto e lo fa con l’eleganza e la cura tipiche di Margy Kinmonth, pluripremiata autrice della BBC, già regista del documentario dedicato all’Ermitage e nominato ai BATFA.Grazie all’accesso privilegiato a collezioni di importanti istituzioni russe, Revolution – La Nuova Arte per un Mondo Nuovo, , si snoda attraverso le vicende rivoluzionarie che prendono il via nel 1917, fondendo i contributi di artisti contemporanei e di esperti d’arte con le testimonianze dirette dei discendenti dei personaggi che della rivoluzione russa sono stati gli assoluti protagonisti. Con questo mix ponderato e attento Revolution – La Nuova Arte per un mondo nuovo riporta in vita gli artisti dell’avanguardia russa e narra le storie di pittori come Chagall, Kandinskij, Malevič e dei pionieri che con loro accolsero una sfida utopica e ambiziosa: quella di costruire una nuova arte per un nuovo mondo, un’arte e un mondo che solo pochi anni dopo sarebbero stati bruscamente disconosciuti e condannati.Attraverso preziose immagini d’epoca e i contributi di esperti come direttore dell’Ermitage, Mikhail Piotrovsky e la direttrice della Galleria Tret’jakov (il museo moscovita che ospita una delle più grandi collezioni di belle arti russe al mondo), Zelfira Tregulova, il film indaga la storia e le opere delle principali correnti russe, dal  raggismo  al suprematismo, dal cubo-futurismo al costruttivismo e si interroga sul loro desiderio di liberarsi dal realismo per creare un’arte capace di recuperare l’originalità delle proprie radici. Un percorso artistico irrimediabilmente intrecciato alle vicende politiche della rivoluzione, che le avanguardie precedettero condividendone molte idee per finire poi perseguitate dopo la morte di Lenin. Grazie allo stile vivo e originale di questi artisti, la Russia divenne una punta di diamante dell’avanguardia europea, in ambito figurativo ma anche per quel che concerne la poesia, il cinema, il teatro.

LA LA LAND Un film di Damien Chazelle. Con Ryan Gosling, Emma Stone, J. K. Simmons, durata 126 min. – USA Mia sogna di poter recitare ma intanto, mentre passa da un provino all’altro, serve caffè e cappuccini alle star. Sebastian è un musicista jazz che si guadagna da vivere suonando nei piano bar in cui nessuno si interessa a ciò che propone. I due si scontrano e si incontrano fino a quando nasce un rapporto che è cementato anche dalla comune volontà di realizzare i propri sogni e quindi dal sostegno reciproco. Il successo arriverà ma, insieme ad esso, gli ostacoli che porrà sul percorso della loro relazione.

Più informazioni su