laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il “Coni Ragazzi” ripropone la marcia in più del Canaletto Sepor

Più informazioni su

LA SPEZIA – La scelta del Canaletto Sepor per assegnare localmente la crescita calcistica di alcuni ragazzi secondo quel progetto “Coni Ragazzi”, rivolto ai ragazzi fra i 5 e i 13 anni provenienti da aree di disagio socio-economico, ha riportato alla ribalta quella che da tanto tempo pare essere la marcia in più che il sodalizio gialloblù sembra vantare nella gestione dei calciatori alle prime “armi” o quasi (i “canarini” non sono nuovi a certi meriti e basti ricordare la loro collaborazione con l’ Amsa a favore dei bimbi autistici).

Unica scuola riconosciuta federalmente di “Elite” in città, quasi unica in provincia, il Canaletto Sepor snocciola oggi tutte le proprie cifre; 180 i calciatori iscritti alla Scuola calcio di Via Palmaria, assistiti da 25 tecnici che lavorano su 5 campi, ovvero: il “Libero Ferrari” appunto all’oratorio, l’ “Astorre Tanca” dove operano pure i settori dilettantistico e giovanile canalettesi e quelli di Melara, La Pianta e Rebocco.

A integrare tale e tanto lavoro c’è poi tutto uno staff di professionisti collaboranti, dallo psicologo al podologo, dal posturologo al nutrizionista. Si tratta di creare tutte le condizioni ipotizzabili affinché il fanciullo, ancor prima del giocatore, cresca nel migliore dei modi. Insomma l’obiettivo è creare l’uomo parallelamente al pedatore.

.

Con Torri gli altri responsabili della Scuola calcio ivi sono i segretari Claudio Pierini, Giovanni Pittaluga e Loredana Lorenzi e il capo organizzativo, Paolo Bertagna.

.

E poi i “campus” estivi. Non manca ovviamente il defibrillatore.

Tale e tanta struttura è al servizio di tutti. Ciò non toglie tuttavia che i veri e propri talenti non possano di conseguenza che affiorare…non c’è soltanto l’ “aquilotto” Giulio Maggiore, capitano della Nazionale Under 19, a testimoniare la capacità di sfornare da parte del Canaletto Sepor. Non dimentichiamoci dei vari Caso, Prini e Ranieri oggi alla Primavera della Fiorentina, di Moracchioli adesso nella stessa categoria alla Juventus, nel medesimo Spezia pure di Vignali e di quel Candela ora dell’ Italia Under 17.

Nella foto da sinistra Ugo Questa e Riccardo Torri

Più informazioni su