laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Spezia, cent’anni di bufale

Più informazioni su

LA SPEZIA – Un pezzo di legno rubacuori, il bombarolo in trasferta, la ninfetta e il figlio del re, un poeta fantasma, il palazzo grigio cenere, l’apoteosi di Giuseppe Verdi sulla Sprugola: tante storie curiose e divertenti che hanno avuto origine alla Spezia e che nel tempo sono state raccontate in maniera anche brillante e ricca di particolari da molti eminenti studiosi locali. Tutte storie belle e avvincenti, ma pure storie vere?

Per il ciclo “I giorni della storia”, curato dal giornalista e scrittore Gino Ragnetti, se ne parlerà alle 17 di venerdì 17 al Poggio OrtoBar situato nel Parco delle clarisse. Per l’occasione, con la collaborazione dell’associazione Obiettivo Spezia costituita da alcuni tra i più bravi appassionati di fotografia della provincia, saranno proiettate delle immagini che illustreranno i vari aneddoti.

Il Parco – che insieme agli Orti di San Giorgio forma una splendida oasi naturalistica realizzata di recente al posto del vecchio vivaio comunale – si trova nei pressi del castello, tra Via XX settembre e Via XXVII marzo, a due passi da Via Prione. Per chi non volesse o non potesse fare le scale (Scalinata Sella o Scalinata San Giorgio), per raggiungere l’OrtoBar Il Poggio si possono sempre utilizzare i comodissimi ascensori da Via Indipendenza (traversa di Via del Prione all’altezza di Via Biassa) e da Via XX settembre. Ovviamente l’ingresso è libero.

Più informazioni su