laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia a Trissino cerca la vittoria lontana dal Vecchio Mercato

Più informazioni su

Ultima vittoria lontana dal Vecchio Mercato in campionato risale al 15-12-2015 per il Carispezia Hockey Sarzana, dopo quella data i rossoneri hanno racimolato solo quattro pareggi due nel girone di ritorno della passata stagione e due in questa a Valdagno e Breganze con un unica vittoria fuori dal Centro Polivalente conquistata dalla formazione di Francesco Dolce sulla pista del Ginevra in Coppa Cers ad inizio di questa stagione. Sfida dal doppio volto con un occhio puntato sulla zona playoff per i vicentini, visto che la matematica salvezza è archiviata e con Carispezia Sarzana che cerca qualche punto ancora per blindare la salvezza e sull’onda dell’entusiasmo della conquista della Final Four di Coppa CERS, Corona & Co cercheranno la difficilissima impresa contro un Trissino che dopo il cambio dell’ allenatore non è mai stato sconfitto in Campionato. (nella foto Francesco De Rinaldis il difensore rossonero, protagonista assoluto della stagione).

“Dobbiamo provarci anche se loro sono una delle squadre più in forma del momento, però abbiamo i mezzi per fare bottino pieno e ritornare a conquistare una vittoria esterna che manca da dicembre 2015 – dichiara il presidente Maurizio Corona – contro il Turquel ma anche Viareggio, nonostante la sconfitta, i nostri ragazzi hanno giocato veramente bene, il Trissino è un ottima formazione, ed è una delle squadre più in forma del momento e lo sta dimostrando appieno con risultati, dopo l’arrivo di Valverde la formazione Trissinese non ha mai perso in campionato collezionando 3 vittorie e 4 pareggi e rilanciandosi in zona play-off. Una formazione che può contare sull’esperienza di un ottimo portiere come Edy Nicoletti, e a un gruppo di giovani molto interessanti che sono stati l’”arma” più usata del tecnico Spagnolo. Noi siamo ad un passo dalla meta – conclude Corona – contro il Trissino siamo all’epilogo della nostra stagione; vincendo domani potremmo guardare il proseguo del campionato con tutta tranquillità. Infatti facendo bottino pieno contro il Trissino arriveremmo a quota venticinque punti in classifica, una quota davvero importante che ci permetterebbe probabilmente di festeggiare già la nostra salvezza in terra veneta sabato sera”. GS Hockey Trissino – Carispezia Hockey Sarzana: tredici le sfide con la squadra veneta in serie A1 6 vittorie per i rossoneri, 5 sconfitte e 2 pareggi. Due i precedenti anche in serie A2, nel 2004-05, prima stagione dei rossoneri in serie A2 ed il tabellino nettamente a favore dei veneti con due vittorie. Per la gara di sabato prossimo Carispezia Hockey orfana di Andrea Perroni il quale dopo l’operazione alla mano dei giorni scorsi è atteso al rientro, tra circa un mese, per le ultime due gare della stagione della serie cadetta, rossoneri in un buono stato di forma, arrivano a questa gara galvanizzati dopo una qualificazione ottenuta al golden-gol contro il Turquel in Coppa Cers che li ha proiettati alla final four della competizione europea e sconfitta contro il fortissimo CGC Viareggio, al Palabarsacchi per 6 a 4 dopo essere stata addirittura in vantaggio per 3 a 0. I ragazzi di mister Francesco Dolce, che occupano la undicesima piazza a quota ventidue punti, in una classifica che vede i rossoneri con quattro punti di vantaggio sul Giovinazzo, sei sul Cremona e dodici sul fanalino di coda Sandrigo, cercheranno il successo pieno per provare a scavalcare il Correggio che li precede di due punti e a mettere così fine alla “missione salvezza”. Diamo un’occhiata agli avversari: La squadra veneta ha rivoluzionato la squadra rispetto alla gara d’andata in quanto ha sostituito la guida tecnica, salutato Dario Rigo, esonerato dalla società per motivi tecnici, la panchina è stata affidata a Jordi Valverde e da quando il tecnico Spagnolo ma Valdagnese di adozione si è seduto sulla panchina veneta, il Trissino non ha più perso una partita di serie A1. Sabato è stato eliminato in Coppa Cers dal Caldes, ma poi si è subito rifatto andando ad impattare in trasferta contro la capolista Lodi. Il Trissino dopo il suo avvento ha collezionato 3 vittorie e 4 pareggi. Il tecnico spagnolo, già coordinatore del settore giovanile blu-azzurro, aveva da subito fatto vedere di che pasta era fatto. A metà Gennaio appena subentrato all’esonerato Rigo aveva cominciato con il piede giusto,battendo 5 a 2 l’allora capolista Forte dei Marmi. Un cambio dettato dalle ambizioni della formazione veneta che aveva messo assieme ad inizio stagione un roster molto interessante, ma che non si era sentita appagata dai risultati ottenuti. Una rosa ottima partendo dai nuovi acquisti Mattia Ghirardello, classe 1992, un giovane col piglio del veterano , arrivato da Matera dove è stato uno dei protagonisti della formazione di Resende, da sempre nell’orbita azzurra quindici reti segnate per lui la scorsa stagione, con lui Kilian Aguilar classe 1992, dal C.P. Calafell, difensore Catalano di Barcellona classe 1992, un giocatore tattico di copertura, dotato anche di un buon tiro, altro acquisto estivo Filippo Dal Monte classe 1992, scuola Bassano, che ha vestito la maglia della nazionale in tutte le categorie del settore giovanile. Nella stagione 2012/13 porta l’Hockey Thiene in A1. Le stagioni successive milita nella massima serie a Breganze e a Lodi per poi ritornare a Bassano con il ruolo di punta. Assieme a loro le conferme della passata stagione, a difesa della porta Edy Nicoletti, classe 1976, l’estremo difensore veneto è certamente uno dei migliori portieri del campionato italiano forgiato dal campionato Spagnolo giocando l’ ok liga per ben dieci stagioni, rivestendo un ruolo da protagonista e vincendo con la formazione spagnola del Tenerife una Coppa Cers in finale contro il Valdagno. Poi l’ uomo simbolo della formazione vicentina, rimasto sempre fedele alla proprie radici, il capitano Carlo Bertinato,classe 1978 difensore eclettico e prodotto del vivaio trissinese ancora, 11 volte a segno la passata stagione; Manuel Pasquale classe 1983 che dopo essere stato bomber implacabile in serie A2 ha trovato nelle ultime stagioni la sua definita consacrazione nella massima serie, 11 reti segnate lo scorso campionato; Poi il talento Argentini: Maximiliano (Maxi) Oruste, classe 1994. Il ventunne del Banco Hispano del San Juan, proviene in realtà dalla Cantera del Barcellona (a Valdagno la scorsa), è considerato uno dei maggiori giovani talenti a livello mondiale, la scorsa stagione capocannoniere della formazione veneta con 33 reti e anche in questa stagione si sta confermando il bomber della squadra con 19 reti in 20 incontri. A seguire infine i due giovani talenti del vivaio: Andrea Greco, classe 1998, Campione d’Europa Under 17 nel 2014 e quarto classificato con la nazionale Under 20 all’ ultimo Mondiale e all’ultimo Europeo e Alessandro Faccin, classe 1998, Campione d’Europa Under 17 nel 2014, quest’ultimo nella stagione Valverde sta segnando con una continuità sorprendente, con loro il secondo portiere Giovanni Bovo, classe 2000. La gara si preannuncia molto bella, con i Trissinesi che vogliono vincere per provare ad agganciare il terno play-off, mentre il Sarzana che vuole raggiungere al più presto i punti per togliersi dalla zona rossa della classifica ed iniziare a pensare alla final-four di Coppa del 29 e 30 Aprile.

Il match si giocherà Sabato 18 alle 20.45 al Palazzetto dello Sport di Trissinoarbitrano il Sig Ferrari (LU) il Sig Iuorio (SA). ausiliario Sig. Fabris (VI).

Più informazioni su