laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Assemblea annuale ordinaria del Collegio Infermieri IPASVI

Più informazioni su

LA SPEZIA – Oltre settanta Infermieri iscritti al Collegio, ed altrettante deleghe hanno preso parte ai lavori della assemblea annuale ordinaria del Collegio Infermieri IPASVI la Spezia; è stata illustrata la attività dell’ultimo anno e sono state illustrate le principali attività dell’ordine spezzino e le novità a livello nazionale.

In particolare è stato fatto il punto sul codice deontologico, con la relazione di Valentina Sale che ha permesso il rilascio dei crediti ECM (programma nazionale di educazione continua in medicina); e si è parlato del concorso ligure che proprio in questi giorni ha visto le novità, in materia di delibere, emanate da ASL 3 e dalel altre ASL capofila della Regione.
Proprio il 1° febbraio scorso la Consulta Sanità Pubblica spezzina aveva incontrato in Regione, spiegando i perchè dell’urgenza concorsuale, il Presidente della Commissione Sanità regionale, Dr Matteo Rosso.

Un pensiero speciale da parte dei presenti alla Tesoriera uscente Pina Scuto, giunta alla sua ultima presentazione dei bilanci dopo… diversi anni.

Il Direttivo ha deliberato di  premiare per il loro voto di laurea ( 110 e lode) la dottoressa Jessica Spediacci ed il dottor Davide Montebello, entrambi con tesi che saranno pubblicate sul sito ufficiale per il loro rilievo che, nel caso del Dottor Montebello, è già stato riconosciuto da associazioni quale il GIMBE (Gruppo Italiano per la Medicina basata sulle Evidenze) . Per prestazioni professionali “di rilievo” hanno ricevuto un riconoscimento i due Infermieri in servizio presso la ASL 5 spezzina Donatella Riccio e Lorenzo Macchiarolo.

Non sono certo gli unici a meritarlo, ma le loro azioni hanno ottenuto importanti attenzioni mediatiche: Riccio, in servizio nel blocco operatorio spezzino,è stata l’unica italiana relatrice a Copenaghen in un evento internazionale, su tematiche legate all’attività infermieristica specializzata nelle sale operatorie; mentre Lorenzo – che oggi lavora al 118 Spezia Soccorso – è stato più volte citato per aver immediatamente riconosciuto, mentre era in servizio al Pronto Soccorso spezzino, la gravità della situazione in un signore che, presentatosi da solo in ospedale in piena notte, non sembrava essere in condizioni critiche.
Questa attenzione professionale ha salvato la vita a questa persona , che ha poi voluto ricordare Lorenzo anche sulla stampa.

La attività di formazione del Collegio spezzino (provider nazionale di eventi riconosciuto dal Ministero della salute – Agenas al numero 708) riprenderà sabato con un evento sulla contenzione.

Più informazioni su