laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Guardia di Finanza: presentato il bilancio dell’attività operativa svolta in Liguria nel 2016

Più informazioni su

GENOVA – Dal contrasto alle frodi fiscali e al sommerso alle truffe sui fondi pubblici e all’illegalità nella   pubblica amministrazione;   dalla criminalità economico- finanziaria e agli interessi patrimoniali e imprenditoriali delle organizzazioni criminali ai traffici illeciti via terra e per mare.

Tutelare le libertà economiche dei cittadini, delle imprese e dei professionisti onesti, quale condizione indispensabile per il raggiungimento dell’equità sociale posta a fondamento del benessere della collettività. Ed è proprio la lotta ai fenomeni evasivi più gravi e alle frodi fiscali, alle illegalità nella Pubblica Amministrazione, agli sprechi di risorse e alla criminalità economico-finanziaria in genere ad aver costituito l’obiettivo dell’attività operativa della Guardia di Finanza della Liguria per il 2016.

Un’azione che si è sviluppata attraverso:

 la realizzazione di 45 Piani Operativi, diretti all’aggressione delle più dannose e pericolose manifestazioni di illegalità economico-finanziaria nelle diverse aree del territorio regionale, orientando le risorse disponibili sui fenomeni caratteristici delle singole aree geografiche;

 l’esecuzione, in attuazione dei Piani Operativi, di 31.890 interventi;

 lo sviluppo di 945 deleghe d’indagine pervenute dalla magistratura ordinaria e contabile, a fronte delle 1.212 ricevute;

 il contrasto ai grandi traffici illeciti, via terra o per mare, e il concorso al dispositivo di ordine e sicurezza pubblica.

Di seguito una breve sintesi dei principali risultati conseguiti nei diversi comparti di servizio, compendiati nel report in allegato:

Contrasto alle frodi fiscali, all’ec onomia so m m er sa ed al gioco illegale:

Concluse 192 indagini di polizia giudiziaria ed eseguiti complessivamente n. 3.213 interventi ispettivi, tra verifiche e controlli.

Denunciati 209 soggetti responsabili di 291 reati fiscali, il 56% dei quali costituito dalle fattispecie più gravi di emissione di fatture per operazioni inesistenti, dichiarazione fraudolenta, occultamento di documentazione contabile e indebita compensazione.

Sono stati individuati 325 casi di frodi all’IVA, 80 casi di evasione fiscale internazionale, per la maggior parte riconducibili a fenomeni di fittizio trasferimento all’estero della residenza di persone fisiche/società, nonché 35 casi di evasione immobiliare, in particolare nel settore delle cessioni/acquisti di immobili per importi diversi da quelli dichiarati.

Scoperti, inoltre, 491 evasori totali, soggetti che, pur avendo svolto attività produttive di reddito, sono risultati completamente sconosciuti al Fisco, e 211 datori di lavoro che hanno impiegato 436 lavoratori in “nero” e 160 lavoratori irregolari.

Eseguiti provvedimenti di sequestro finalizzato alla confisca, anche per “equivalente”, di beni e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di oltre 30 milioni di euro, per il recupero, tra l’altro, delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di frodi fiscali, ed avanzate proposte di sequestro per circa 42,4 milioni di euro.

Oltre 22.700 interventi condotti nell’ambito del controllo economico del territorio, tra i quali, in particolare, 16.937 in materia di controlli strumentali e 4.840 relativi al trasporto merci su strada (di cui 1.170 nel settore della circolazione dei prodotti sottoposti ad accise).

Effettuati 1.373 interventi contro le frodi doganali ed il traffico di contrabbando e sequestrati più di 28.662 kg di tabacchi lavorati esteri e 17 mezzi terresti utilizzati per il trasporto e l’occultamento della merce, con la denuncia all’A.G. di 158 persone.

Sul fronte della lotta alle frodi in materie di accise e di altre imposte indirette sulla produzione e sui consumi, i Reparti della Liguria, all’esito di 343 interventi, hanno sequestrato prodotti energetici pari a 38.472 kg. In particolare, 113 gli interventi eseguiti presso gli impianti di distribuzione stradale di carburanti, con 41 casi di irregolarità.

Su 320 interventi effettuati presso sale giochi e centri di scommesse, riscontrate irregolarità nel 15% dei casi. Verbalizzati 318 soggetti e sequestrati 270 apparecchi automatici da gioco e 9 postazioni di raccolta di scommesse clandestine.

Contrasto alle   truffe sui   f ondi   pub b lic i e   all’illegalità   nella   Pub b lic a

Amministrazione:

 scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per oltre 4,7 milioni di euro, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 11 soggetti;

individuate truffe nel settore previdenziale ed al Sistema Sanitario Nazionale per circa 1 milione di euro, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 166 soggetti;

 nell’ambito di 59 accertamenti svolti su delega della Corte dei Conti, segnalati sprechi o irregolari gestioni di fondi pubblici che hanno cagionato danni patrimoniali allo Stato per più di 48,3 milioni di euro e segnalati alla magistratura contabile 128 soggetti per connesse ipotesi di responsabilità erariale;

 a seguito delle 52 indagini e dei 60 interventi conclusi nel 2016 per reati ed altri illeciti contro la Pubblica Amministrazione, denunciati 191 soggetti (21% per peculato, 20% per corruzione e concussione e 9% per abuso d’ufficio), di cui 32 tratti in arresto;

 sottoposti a controllo appalti pubblici per un ammontare complessivo di circa 959 milioni di euro, riscontrando irregolarità per oltre 391 milioni di euro, con la denuncia di

22 soggetti di cui 2 tratti in arresto;

effettuati 173 controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione dal ticket sanitario, con percentuali di irregolarità pari al 49% dei casi.

Contrasto alla criminalità organizzata ed alla criminalità economico-finanziaria:

Eseguiti 90 accertamenti economico-patrimoniali che hanno riguardato complessivamente 63 persone fisiche e 27 fra aziende e società. Eseguiti provvedimenti di sequestro ai sensi della normativa antimafia di beni mobili e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 1,3 milioni di euro, ed avanzate proposte di sequestro per circa 20,7 milioni di euro.

Nell’ambito della lotta al riciclaggio di capitali illeciti, in Liguria sono stati denunciati complessivamente nr. 52 soggetti, attraverso il sistematico sviluppo di indagini di polizia giudiziaria, l’esecuzione di 20 ispezioni e controlli antiriciclaggio nei confronti degli operatori sottoposti alla vigilanza ispettiva del Corpo e l’approfondimento di n. 555 segnalazioni di operazioni sospette, di cui 2 inerenti a possibili contesti di finanziamento del terrorismo.

Nell’azione di contrasto all’usura, denunciati all’A.G. 3 soggetti, di cui 1 tratto in arresto, con il sequestro di patrimoni e disponibilità per oltre 6,6 milioni di euro.

41 i soggetti denunciati nel settore dei reati societari, fallimentari, bancari, finanziari e di borsa.

Nell’ambito dei controlli svolti ai valichi di confine, presso i porti e lo scalo aeroportuale genovese, in entrata e/o in uscita dal territorio nazionale, ai fini della verifica del rispetto delle norme sulla circolazione transfrontaliera di valuta, sono stati individuati 26 casi di irregolarità, costituiti da trasporti di valuta per oltre 1,3 milioni di euro, effettuati in eccedenza rispetto al limite consentito e senza le preliminari comunicazioni, e sono stati complessivamente posti sotto sequestro oltre 309 mila euro.

Contrasto ai traffici illeciti:

Nel settore della tutela dei diritti di proprietà e dei consumatori, eseguiti 675 interventi e

denunciate all’Autorità Giudiziaria 800 persone, per reati in tema di contraffazione.

Sequestrati circa 13 milioni di prodotti illegali, perché contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa o fallace indicazione di origine o provenienza.

Le indagini antidroga, condotte anche attraverso un capillare monitoraggio ai valichi di frontiera con l’impiego di unità cinofile, hanno portato al sequestro di oltre 124 Kg di cocaina, di 793 Kg di hashish e marijuana, nonché alla denuncia di 285 persone, di cui 80 tratte in arresto.

Nel settore della tutela ambientale sono stati eseguiti, anche con l’ausilio della componente aeronavale del Corpo, 25 interventi che hanno portato al sequestro di rifiuti industriali per oltre 50 tonnellate e di 2 discariche.

Scarical’attività operativa – anno 2016 della GUARDIA DI FINANZA COMANDO REGIONALE LIGURIA

 

Più informazioni su