laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia contro Breganze: vincere per sognare in grande

Più informazioni su

La formazione Veneta del Presidente Antonello Turle vuole rimanere incollata alle prime quattro posizioni ma troverà sulla sua strada il Carispezia Sarzana, ai rossoneri manca di fatto solo la matematica per festeggiare l’ottava salvezza consecutiva nella massima serie, ma battendo il Breganze si potrebbe aprire per i rossoneri la possibilità di conquistare i play-off, impresa questa che dopo la conquista della final-eight di Coppa Italia e la fantastica conquista della final four di Coppa Cers sarebbe se conquistata la ciliegina su una stagione già di per se fantastica. Il motto che ha caratterizzato questa stagione è che se credi in te stesso tutto può succedere e crederci per il Carispezia non costa nulla. (nella foto Edoardo Di Donato e Simone Corona)

“Abbiamo quasi il 99% di centrare la salvezza – dichiara il Presidente – intanto ci basta conquistare un punto nelle prossime tre gare che sono Breganze e Giovinazzo al Vecchio Mercato e Sandrigo in trasferta l’ultima giornata. Se noi le perdessimo tutte tre, comunque Cremona dovrebbe vincerle tutte e tre: trasferta a Bassano, Correggio in casa e trasferta a Giovinazzo, perciò il Giovinazzo per permettersi di perdere l’ultima contro Cremona e non retrocedere lui stesso dovrebbe vincere con Follonica in casa, a Sarzana e il recupero contro il Bassano in casa. Visto questo credo che siamo molto vicini alla conquista del nostro ottavo scudetto, che speriamo di festeggiare già dalla partita contro il Breganze senza aspettare notizie dalle altre piste. Sabato giochiamo contro un ottima squadra, quarta in classifica generale – continua il Presidente – ho visto alcuni filmati delle gare del Breganze e mi è sempre piaciuto tantissimo, una squadra che nonostante il ridimensionamento estivo ha giocato un ottimo hockey e ottenuto buonissimi risultati, una squadra di ottimi giocatori dove spicca Mattia Cocco che per me personalmente è ancora uno dei giocatori più forti del nostro Campionato. Guardando alla gara di sabato sera penso che sarà una partita difficilissima – continua Corona – non ci deve certo trarre in inganno la battuta d’arresto casalinga subita dai Breganzesi nel derbi contro il Bassano nell’ultima giornata, basti pensare che la formazione del Presidente Turle appena quindici giorni fa ha rifilato un sonoro 4 a 1 alla capolista Lodi, i pronostici certamente sono tutti a nostro sfavore, ma personalmente se la mia squadra si esprime come nelle ultime partite sono certo che venderemo cara la pelle e disputeremo una grande gara, in questo momento per come vedo i miei ragazzi non firmerei neppure un pareggio in anticipo. Poi tornando a parlare del Campionato conclude E’ stato un torneo difficilissimo in chiave salvezza, forse il più difficile che abbiamo disputato nella massima serie, tutte le squadre avevano allestito formazioni importanti, con acquisti di primo piano. Io penso solamente, che se sabato riusciremo a centrare la salvezza, lasceremo in lotta a contendersi la permanenza in serie A1 Giovinazzo e Cremona, due ottime formazioni, basti pensare ai due quintetti che schierano, il Cremona con Losi, Sergio Silva, Lopez, Civa, Jara e Cacau e il Giovinazzo con Sanchez, D’Agostino, De Palma, Antezza e Romero. Non era facile conquistare l’ottava salvezza consecutiva, e facendo i debiti scongiuri, ci siamo riusciti nella maniera che ci ha contraddistinto nelle stagioni precedenti tenendo una basso profilo e lavorando sodo”.

La squadra di Francesco Dolce, reduce dalla straordinaria vittoria di sabato scorso a Trissino, gara che ha visto la prima vittoria stagionale in trasferta della formazione rossonera, frutto della grinta, del cuore e del coraggio di crederci sempre, ospita il Breganze. Il Faizanè Lanaro Breganze, ha cambiato moltissimo in estate a partire dalla guida tecnica; la squadra del Presidente Antonello Turle è quarta in classifica generale nonostante la sconfitta casalinga patita nell’ultima gara casalinga contro il Bassano, gara che ha lasciato l’amaro in bocca in casa Breganzese per una battuta d’arresto che ha riaperto i giochi per la conquista della quarta piazza, rilanciando le ambizioni del Follonica e dello stesso Bassano. I veneti di Massimo Belligio contano 40 punti in classifica generale. I precedenti tra Faizanè Lanaro Breganze e Carispezia Hockey Sarzana sono quindici e riguardano le otto stagioni in serie A1, con dieci vittorie da parte dei rossoneri breganzesi, due vittorie per i sarzanesi e tre pareggi. All’andata i rossoneri di Francesco Dolce conquistarono un prezioso punto al Pala Ferrarin di Breganze, un pareggio che però lasciò molto amaro in bocca in quanto i sarzanesi subirono il pareggio dei padroni di casa a pochi secondi dal suono della sirena finale. Diamo un occhiata agli avversari: il club del Presidente Antonello Turle è ancora nonostante il ridimensionamento estivo un ottima squadra. La compagine è condotta in pista da Massimo Belligio, “figliol prodigo” rientrato a Breganze in questa stagione dopo l’esperienza di Bassano. Il capitano e simbolo della formazione di Belligio è Mattia Cocco, giocatore universale, classe 1984, tre stagioni orsono Campione d’Europa con la Nazionale Italiana, due scudetti e vari trofei vinti a Valdagno, con la maglia del Breganze ha conquistato la Coppa Italia e la Super Coppa Italiana, 16 reti per lui la scorsa stagione e 22 quelle messi a segno in questo torneo con lui Stefano Dal Santo, difensore, classe 1993, prodotto del vivaio rossonero, moltissime presenze per lui nelle nazionali giovanili, tiro potentissimo, la scorsa stagione in gol in 4 occasioni mentre in questa è andato in rete in 7 occasioni, poi l’attaccante spagnolo Borja Gimenez, il “bomber” della formazione di Belligio con 30 reti messe a segno sino ad ora, classe 1989, arrivato la scorsa stagione dal Bassano con l’esperienza di Forte dei Marmi per sei anni, 21 reti messe a segno lo scorso campionato; Oriol Vives Clos, Spagnolo, attaccante, classe 1989, arrivato in questa stagione dal Liceo La Coruna, una delle squadre più importanti dell’hockey iberico, 26 reti messe a segno in questo campionato; Romeo D’Anna, attaccante, classe 1992 scuola CGC Viareggio squadra con cui ha sempre militato sino a la scorsa stagione, lo scorso campionato, in maglia bianconera, è andato in rete in 5 occasioni, con la maglia del Breganze 11 volte sino ad ora; Giovanni Zen, difensore, classe 1984, fisico potente, tiro al fulmicotone, bassanese purosangue ex capitano giallorosso con la cui maglia ha vinto, in Italia e in Europa, facendosi apprezzare fino a vestire la maglia azzurra. Messo ai margini la scorsa stagione con l’avvento di Marzella alla guida del Bassano si è trasferito prima a Valdagno (5 reti per lui con la maglia biancoazzurra) per poi approdare in questa stagione a Breganze; Esteban Facundo Posito, Argentino, attaccante, classe 1997, già convocato nelle selezioni giovanili nazionali di quel paese, ha sempre giocato in Argentina a San Juan, la “capitale mondiale” dell’hockey pista con le maglie dell’ UVT e del Banco Hispano, 2 reti segnate sino ad ora nel Campionato Italiano. Infine i due portieri, due ritorni entrambi, dopo la partenza di Riccardo Gnata la società del Presidente Turle aveva scandagliato il mercato nazionale e internazionale, poi la scelta coraggiosa di affidare le chiavi della porta al giovane Bruno Sgaria, classe 1998, proveniente dal vivaio rossonero con la sola parentesi della scorsa stagione a Bassano come vice Dal Monte. Campione d’Europa under 17 tre stagioni orsono, quest’anno ha indossato la maglia azzurra al Campionato Europeo under 20, per lui un ottima stagione, che lo sta consacrando nella top dei portieri del massimo campionato; A fargli da “chioccia” Fabio Mabilia, classe 1974, di ritorno in prima squadra. Portiere con un ottima carriera alle spalle e con gli ultimi anni passati nelle categorie inferiori; chiude il gruppo il giovane prodotto del vivaio Silvio Costenaro classe 1999. Nella gara contro il Breganze i rossoneri dovranno disputare una partita perfetta, magari ripetendo le prestazioni delle ultime gare, per mettere freno la voglia di rivincita, della formazione del Presidente Turle. Il Sarzana si presenta alla sfida con la formazione al completo, considerando la oramai cronica assenza di Andrea Perroni, prima convocazione in serie A1 per Emanuele Pauletta.

Il match si giocherà Sabato 25 Marzo alle 20.45 al Centro Polivalente di Sarzana Arbitri il Sig. Molli (LU) il Sig. Di Domenico (RE), ausiliario Sig. Righetti (SP).

Più informazioni su