laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Gianna Jessen domenica alla Spezia

Più informazioni su

Gianna Jessen, eccezionale testimone della bellezza della vita, sarà alla Spezia domani, domenica 26 marzo alle ore 17 al Teatro Palmaria al Canaletto.

LA SPEZIA – La giovane donna statunitense è sopravvissuta a un aborto salino, nel 1977, in una clinica Planned Parenthood, quando la madre era a 30 settimane di gravidanza. La soluzione salina iniettata in utero, di solito porta alla morte in 24 ore, corrodendo il bambino. Caso molto raro, la Jessen nacque prima di morire nel grembo materno, gravemente lesa da paralisi cerebrale e muscolare. Allevata in un orfanotrofio come una disabile senza speranza, a 4 anni è stata adottata e ha seguito con tenacia fisioterapia e riabilitazione, recuperando, contro ogni speranza, buona parte dei suoi handicap.

Così Gianna descrive la sua esperienza: “L’aborto è un atto che ha bisogno di un grande perdono, dunque ha bisogno di un Dio “estremo”. Solo un amore come quello di Dio può salvare chi lo ha fatto e sorreggere chi ne è stato vittima. Io fatico, ho difficoltà di deambulazione, ma supero tutto appoggiandomi al braccio di Gesù. La mia vita non è facile, non lo è mai stata, ma non ho firmato per una vita facile, ho firmato per una vita straordinaria”.

Da anni Gianna Jessen gira il mondo e combatte per quei milioni di  bimbi che vengono uccisi nel grembo materno. Ha raccontato la sua storia al Congresso degli Stati Uniti d’America e alla Camera dei Comuni del Regno Unito. Dalla sua vicenda è stato tratto nel 2011 un film, October Baby, diretto dai fratelli Erwin.

L’evento al Canaletto è organizzato da Provita, il Centro di Aiuto alla Vita, l’Associazione “La famiglia” ed è supportato da numerose altre associazioni spezzine. Per informazioni scrivere a: giannajessen.laspezia@gmail.com oppure contattare il numero telefonico 339-7361719

Più informazioni su