laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Ospedale del Felettino: open day della giunta Toti. «Rispettati i tempi per i lavori che si concluderanno nel 2020»

Più informazioni su

LA SPEZIA – «Siamo al punto di svolta per l’ospedale del Felettino. Sono finite le opere di demolizione e poi si comincerà a costruire. E’ l’investimento più importante avvenuto con i soldi pubblici nella Regione». Queste sono le parole del presidente della Regione, Giovanni Toti, in occasione dell’Open Day effettuato oggi nel cantiere dell’ospedale del Felettino per fare il punto della situazione. Formula che sarà ripetuta dall’esponente regionale. Toti nella visita era accompagnato dall’assessore alla sanità Sonia Viale e dall’assessore alle infrastrutture, Raul Giacomo Giampedrone.

WhatsApp Image 2017-03-25 at 17.44.39 (1)

La fase delle demolizione della struttura è durata alcuni mesi. Contemporaneamente alla demolizione del vecchio ospedale è stato messo in sicurezza il rudere della settecentesca Villa Cerrè, che ha permesso la dislocazione dell’altare contenuto nella cappelletta della villa, che verrà ricollocato in una zona ad hoc all’interno dell’area del nuovo nosocomio. L’azienda Pessina Costruzioni sta ora lavorando per la realizzazione delle opere di sostegno a ridosso della collina del Felettino, dove sarà inserita una paratia di pali di grande diametro che, sostenendo il terreno, permetterà il prosieguo dei lavori con l’esecuzione degli scavi propedeutici alla costruzione dell’ospedale.

La fine dei lavori è prevista per il 2020. L’ospedale coprirà una superficie lorda di 64 mila mq. L’ospedale per La Spezia è una certezza oggi – prosegue il presidente della Regione – quindi tutte le battaglie di principio sul Dea di 2° livello, sono solo battaglie politiche, e me ne frega zero, in quanto il paziente vuole essere curato e, curato bene, questo nuovo nosocomio ha tutte le aspettative per raggiungere l’obiettivo».

L’assessore Sonia Viale: Il nuovo ospedale è una risposta di qualità, della sanità ligure. Finiranno una volta per tutte le fughe dei pazienti nella vicina Toscana. Qui ci sono tutte le potenzialità per curare bene i pazienti, in quanto ci sono ottimi medici e infermieri. Per quanto riguarda gli infermieri – continua la Viale – abbiamo sbloccato il procedimento dell’Asl 4 quindi entro giugno arriveranno all’Asl 5 14 infermieri, inoltre partirà il concorso per infermieri di 100 unità. Nella sanità ligure operano 25 mila persone».

WhatsApp Image 2017-03-25 at 17.44.39

Giacomo Raul Giampedrone: «Contemporaneamente alla costruzione dell’ospedale si sta costruendo la Variante, purtroppo i lavori vanno per le lunghe, ma si sta cercando di recuperare tempo. Abbiamo già parlato con il Ministro delle Infrastrutture Del Rio e i rappresentati dell’ANAS per far ripartire i lavori e trovare finanziamenti, anche se la la trattativa tra l’Azienda che opera per la costruzione della Variante e l’Anas è complessa. Cercheremo di recuperare il tempo perduto. Per quanto riguarda il discorso della bonifica del territorio la Giunta Regionale ha stanziato delle risorse quindi proseguiremo in questa direzione».

Claudia Verzani

Più informazioni su