laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

A Le Terrazze i diversamente abili sulle auto da rally

Più informazioni su

LA SPEZIA – Una manifestazione del tutto originale si terrà domenica 9 aprile alle Terrazze. Si tratta di “Diversamente motori”, un evento che vedrà coinvolte persone diversamente abili nel salire su auto da rally accompagnate da piloti esperti dalle 10 alle 18.30. Non solo i diversamente abili potranno partecipare ma chiunque lo desideri. Basterà accreditarsi al parcheggio del secondo piano delle Terrazze (dove si svolgerà la manifestazione) e salire sulle due ruote.

La manifestazione sarà organizzata con la collaborazione dell’associazione BB Competition e del gruppo Non solo bikers col patrocinio del Comune della Spezia. All’evento saranno presenti inoltre come ospiti il club di motociclisti Street Knights e gli atleti della squadra di basket Bic Genova. La conferenza stampa di presentazione è stata introdotta da Luca Paradisi direttore delle Terrazze che ha sottolineato come un evento così bello lancia un messaggio sociale importante di cui Le Terrazze sono orgogliose. Quindi Pietro Bancalari di BB Competition ha augurato che vada tutto bene, anche meglio dell’anno scorso con 200 partecipanti e con la pioggia, sperando che quest’anno ci sia il sole. Michela Alberti promotrice di Non solo bikes ha affermato che “le persone disabili sanno comunque gioire di momenti come questi, molto importanti per la loro serenità”.

Jhon Amasio di basket Bic ha specificato che i ragazzi della sua associazione si cimenteranno in carrozzella con palla a canestro perché “con l’attività motoria si capiscono meglio certe sensazioni”. Infine l’assessore ai servizi sociali Mauro Bornia (anche lui parteciperà all’evento) si è dimostrato molto soddisfatto dell’iniziativa che “non è per persone fragili ma dotate di una grande volontà per sorridere e divertirsi” Ha quindi concluso citando una bellissima frase di Seneca “Non esiste buon vento per un marinaio che non sa dove andare” E noi sappiamo dove andare”

Simona Pardini

Più informazioni su