laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Sussulti Poetici”, la Nuova Personale di Pittura di Sergio Pellegrini

Più informazioni su

Dal 07 al 17 Aprile all’Urban Center.

LA SPEZIA – Ad aprire il calendario eventi culturali 2017 della sede spezzina dell’A.N.L.A., Associazione Nazionale Lavoratori Anziani, nell’ambito del progetto “Il Laboratorio delle Arti” avente come obiettivo il valorizzare il ruolo degli anziani nella società e diffondere i valori del lavoro – la fedeltà, l’esperienza, la professionalità -, è la Personale di Pittura di Sergio Pellegrini.

L’esposizione che si terrà nella Sala Culturale Comunale Urban Center (in Via Carpenino, a fianco del Teatro Civico) dal 07 al 17 Aprile 2017 (orario mostra: 10:00 – 12:00 / 17:00 – 19:00), sarà inaugurata Venerdì 07 Aprile alle ore 17,30. A presentare l’artista sarà il noto critico d’arte spezzino Valerio P. Cremolini.

L’artista viene così descritto nel 2015 dalla dottoressa in Storia dell’Arte Francesca Sinis “…Il Pellegrini, uomo colto giunto all’arte da autodidatta con quella passione e quel fuoco che nasce proprio quando non si ha alcuna costrizione, dipinge ormai da parecchi anni ma non è mai andato cercando la notorietà o la vendita a tutti i costi: dipinge per passione – così come dovrebbe essere in un mondo ideale dell’arte – provando gioia e trasmettendola attraverso i suoi mille colori, sempre allegri, sempre dinamici ma mai giustapposti in modo casuale.
Nella sua tavolozza l’unico grande assente è il nero: l’artista sostiene che sia un colore troppo inclemente, difficile da usare, mentre a parer mio il nero cambierebbe drasticamente -e drammaticamente- l’intenzione delle sue opere. Del resto neppure nell’arcobaleno c’è il colore nero.
In Pellegrini tutto è colore, anche la firma che giustappone sempre in maniera artistica -mai in un punto convenzionale del dipinto- ed utilizzando sempre un colore; anche le cornici realizzate ai margini del foglio, prima di diventare oggetti reali e materiali, sono fatte di colore e non si pensi che siano casuali! Tutto tende alla bellezza”.

Nello stile del Pellegrini riscopriamo l’espressionismo moderno che negli ultimi lavori sfocia nella corrente più attuale dell’espressionismo astratto e futurista!

I suoi dipinti, come li definisce il critico Cremolini, sono “….espressivi scenari generati dal succedersi di rapidi e distillati segni, felice connubio tra grafica e pittura, che alludono a quieti paesaggi dell’anima”.

Ad attendere il pubblico la sera dell’inaugurazione un piccolo rinfresco.

Più informazioni su