laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

È uscita la nuova carta con guida dei sentieri (Edizioni Giacché)

Più informazioni su

LA SPEZIA – Mulattiere, ripide scalinate, sentieri immersi nella macchia mediterranea o scavati nella roccia caratterizzano la nostra costa e regalano panorami mozzafiato in ogni stagione. Per percorrere queste antiche vie, è disponibile oggi la nuova carta dei sentieri, con numerazione aggiornata, che va Bonassola e Levanto alla Spezia, passando per le Cinque Terre, e arriva da un lato fino a Borghetto Vara, Follo e Piana Battolla, dall’altro raggiunge Porto Venere e le Isole, comprendendo la costa occidentale del Golfo.

La carta, in scala 1:25.000, è stata realizzata delle Edizioni Giacché e include, oltre alla mappa vera e propria con sentieri, strade, curve di livello e quant’altro richieda la lettura del percorso da parte dei trekker o dei semplici turisti, anche altri strumenti utili. Sulla mappa (certificata FSC) troviamo anche informazioni di carattere generale (castelli, santuari, monumenti, ma anche farmacie, campeggi, park, ecc) e, soprattutto, due tabelle con l’elenco dei sentieri (185 quelli compresi nella nuova mappa), tempi di percorrenza, dislivelli e difficoltà indicate per i camminatori meno esperti.

cover-carta_ita

Un agile testo di accompagnamento, ricco di informazioni anche sulla geologia, la flora e la fauna del territorio, ci guida inoltre attraverso i sentieri delle Cinque Terre (Patrimonio Unesco) partendo da quello costiero, il Sentiero Verde Azzurro (SVA), e non mancano gli itinerari alternativi come la ripida “Beccara”, che collega Riomaggiore a Manarola con centinaia di scalini, o i sentieri che da Volastra conducono a Corniglia attraverso la suggestiva vista dei vigneti. Tra i percorsi descritti anche la celebre “Via dei Santuari” o il percorso ad anello di Campiglia, tra orti e terrazzamenti, con vista dell’antico Mulino di Campiglia, fino a raggiungere Monesteroli o Schiara.

E perché non fare un salto a Levanto, dove Il borgo e la sua Valle offrono interessanti percorsi tra gli uliveti ed alla scoperta di antichi paesi? O, partendo da Marola, Fezzano e Cadimare raggiungere l’Alta via del Golfo (AVG) godendo di magnifiche viste sul Golfo dei Poeti?

O da Rebocco salire alle pendici del monte Parodi toccando antichi insediamenti come quelli di Sant’Anna e Torracca e spaziare con la vista sulla città, il suo Golfo e le Alpi Apuane?

Non manca ovviamente Portovenere, l’antico avamposto della Repubblica Marinara di Genova, con le isole Palmaria, Tino e Tinetto, patrimonio Unesco fin dal 1997, e ricco di sentieri adatti ad ogni tipo di escursionismo.

Compagna indispensabile per ogni camminatore, la carta è già nelle edicole e nelle librerie al prezzo di 4,90 euro e si trova nella versione italiana, inglese, francese, spagnola e tedesca.

Più informazioni su