laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Convegno “Il paziente al centro dei servizi”

Più informazioni su

Con un convegno sulla sanità – fissato per sabato 8 aprile alle 10,30 in sala Dante – si apre ufficialmente la campagna elettorale  di “La Spezia Popolare”, il movimento che ha tra i suoi fondatori il consigliere regionale Andrea Costa: «Oltre ad incontri pubblici sui temi vitali per la città, – dice – stiamo organizzando un percorso che ci porta nei diversi quartieri per instaurare un rapporto diretto con i cittadini, che ci consenta di  ascoltare la loro voce».

LA SPEZIA – Con l’incontro pubblico “Il Paziente al centro dei Servizi”,  sabato 8 aprile,  alle ore 10, 30 in Sala Dante, si apre ufficialmente la campagna elettorale di “La Spezia Popolare”, il Movimento che si sta avviando alle amministrative. Al convegno parteciperà l’assessore regionale alla sanità Sonia Viale, interverranno, fra gli altri Alessandra Mari, responsabile provinciale sanità per “La Spezia Popolare”, Francesco Orlandini , direttore sanitario dell’Asl 4, Linda  Messini, presidente provinciale  AMCI (Associazione medici cattolici) e Francesco Tani, già direttore sanitario del distretto 17 Riviera e Val di Vara. Sarà presente Pierluigi Peracchini, il candidato sindaco sostenuto da La Spezia Popolare. Modera l’incontro-dibattito il consigliere regionale Andrea Costa, presidente della Commissione Territorio Ambiente, e uno dei  principali fondatori di “La Spezia Popolare”.

«Tra le principali funzioni del sindaco c’è proprio quella di fare in modo che la sanità e più in generale i servizi sociosanitari funzionino  al meglio», ribadisce Costa sottolineando: «La Spezia Popolare è un contenitore sorto con l’intento di aggregare  tutte le persone che condividono non tanto un’idea politica, ma la voglia di cambiare la nostra città, a partire dai temi fondamentali, che stanno a cuore a tutti, come ad esempio la sanità». Continua: «Il nostro obiettivo è rivolgerci a quell’elettorato moderato che negli ultimi tempi  ha perduto fiducia nelle istituzioni e nella politica, disertando le urne».

Spiega il consigliere «Soltanto ricostruendo un rapporto stretto, diretto e leale con i territori ed i cittadini ritengo si possa riavvicinare la gente alle istituzioni che devono essere capaci di risolvere i problemi e di fare il bene comune. – dice –   Per questo, oltre ad incontri pubblici come quello in programma per sabato, abbiamo organizzato un percorso che ci porta nei differenti quartieri dove vogliamo instaurare un rapporto diretto con i cittadini per ascoltare la loro voce».

Più informazioni su