laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Via del Purchin

Più informazioni su

LA SPEZIA – Circa 50 adesioni per la gita di domenica 9 aprile, lungo la “Via del Purchin”, organizzata e curata dal Cai della Spezia.

Da Finalborgo (Finale Ligure), usciti dalle mura medievali, il gruppo ha percorso l’antica “Strada della Regina” arrivando ai piedi del Castel San Giovanni, antica fortezza, oggi completamente restaurata, edificata a difesa del territorio tra le valli del Pora e dell’Aquila.

IMG_7457

L’ascesa è proseguita fino alle imponenti rovine del Castel Gavone, antica sede dei signori di Finale, i marchesi Del Carretto. Oggi del castello, distrutto a più riprese durante gli eventi bellici, rimangono parte dei muraglioni laterali e la Torre del Diamante, rivestita di pietre riquadrate e sfaccettate a punta di diamante. Donato nel 1989 al Comune di Finale Ligure, il castello è attualmente in fase di recupero.

IMG_7373-(1)

Successivamente, transitando davanti alla Chiesa di Sant’Eusebio, e costeggiando, prima la zona delle vecchie cave, dove veniva estratta la “Pietra del Finale”, poi le celebri pareti di arrampicata frequentate da numerosi climbers, si è attraversato il “Villaggio delle Anime”, insediamento risalente all’età del ferro, per poi raggiungere il punto più alto dell’escursione, la vetta della Rocca di Perti (m. 397). Sosta pranzo in questo punto molto panoramico. Quindi, dopo una ripida discesa, il gruppo ha visitato la caratteristica Chiesa dei Cinque Campanili, di Nostra Signora di Loreto, rientrando successivamente a Finalborgo, noto per essere uno dei borghi più belli d’Italia, la cui origine è fatta risalire alla fine del XII secolo.

Una gita estremamente gratificante, attraverso il paesaggio, la cultura e le tradizioni di una parte preziosa della Liguria.

Più informazioni su