laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Assemblea Unione Agroalimentare: Carlo Pellegrini Presidente

Più informazioni su

LA SPEZIA – L’Assemblea quadriennale elettiva dell’Unione Agroalimentare ha eletto alla Presidenza Carlo Pellegrini.

L’Unione AgroAlimentare comprende circa 600 attività della provincia spezzina aderenti all’associazione di categoria di Via Padre Giuliani, distinte tra produzione, commercializzazione e ristorazione.

“Svolgerò con impegno l’incarico che mi è stato delegato ed attuerò una politica d’ascolto lavorando per diventare un riferimento della categoria – commenta Pellegrini – perché ritengo che il settore agroalimentare sia strategico anche per il consolidamento del turismo. La promozione del turismo enogastronomico, con percorsi di valorizzazione delle produzioni tipiche e delle eccellenze locali, può diventare una chiave di sviluppo per la Val di Vara e Val di Magra. I percorsi di sviluppo qualitativo dei prodotti locali consolidano un buon turismo, attento e curioso nei confronti del territorio, ed incentivano lo sviluppo delle aziende nell’entroterra. Un vantaggio per tutti, per le mete di richiamo che possono offrire prodotti locali di qualità e per le aziende.

Mi impegnerò a mantenere ed istaurare un rapporto di dialogo con le amministrazioni soprattutto in merito alle esigenze e problematiche dei fornitori alimentari”.

Delle circa 600 attività associate 284 sono quelle che classifichiamo Horeca e che comprendono Ospitalità, Ristoranti e Bar confermando una importante presenza dell’associazione in un settore economicamente importante e legato al tessuto turistico del territorio e che vede La Spezia la quinta provincia in Italia come numero di associati in questo settore.

Le imprese di produzione e lavorazione di origine animale sono 23 tra cui brillano imprese storiche legate al nostro territorio quale il caseificio Esposito, le salsicce di pignone o il salumificio di Brugnato per citarne alcune.

Le imprese dolciarie e panificatori sono 65 e 12 i pastifici, un settore, quello dell’arte bianca, di cui l’artigianato è fiero.

Una presenza varia e diffusa nel mondo emergente dell’agricoltura, nel commercio alimentare fisso ed ambulante dove CNA è fortemente presente e nella  produzione che va da quella olearia, del miele o delle conserve come nel caso di Italpesto una delle imprese leader della produzione del pesto ligure.

Più informazioni su