laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Levanto “baricentrico” sulla rotta tra Spezzino e Tigullio

Confartigianato e “Navigazione Golfo dei Poeti”.

LEVANTO – Grazie all’intervento di dragaggio dello specchio acqueo della Pietra, portato a termine nei giorni scorsi in virtù di un investimento economico del Comune di Levanto e del Consorzio marittimo “Cinque Terre – Golfo dei poeti”, anche quest’anno vengono assicurate le corse turistiche dei battelli con approdo nella cittadina rivierasca.

In un incontro tra il direttore di Confartigianato – La Spezia, Giuseppe Menchelli, e rappresentanti il Consorzio marittimo “Cinque Terre – Golfo dei poeti” e la “Rete turistica dell’Alto Tirreno” con il sindaco di Levanto, Ilario Agata, gli operatori hanno manifestato l’intenzione di potenziare il servizio poiché considerano baricentrico l’approdo levantese per le imbarcazioni che coprono la tratta dallo spezzino al Tigullio.

Gli interlocutori dell’amministrazione levantese hanno anche evidenziato sia la presenza di condizioni di sicurezza ed operatività ottimali sul pontile e nello specchio acqueo della Pietra (che consente la presenza contemporanea di due imbarcazioni), dove viene già effettuato l’imbarco e lo sbarco dei passeggeri, sia l’esistenza nel centro di una rete commerciale e ristorativa diffusa, professionale e in grado di soddisfare ogni esigenza dei visitatori.

Da parte sua, il sindaco Agata ha ascoltato le proposte ed ha tenuto a sottolineare le energie e le risorse che l’amministrazione, di concerto con le associazioni di categoria e gli operatori commerciali, sta destinando al settore del turismo non solo per consolidare il trend positivo relativo ai flussi dei visitatori lungo tutto l’arco dell’anno, ma anche per innalzare il livello qualitativo delle presenze attraverso un’offerta complessiva di infrastrutture e servizi sempre più qualificata ed efficiente.

In questo senso, gli arrivi e le partenze degli ospiti via mare potrebbero aiutare a decongestionare sia i pontili delle Cinque Terre, sia il traffico stradale e ferroviario in entrata e in uscita da Levanto, che, soprattutto per ciò che concerne la viabilità su gomma, grava praticamente sull’unica direttrice provinciale che lo collega all’autostrada.

L’incontro si è chiuso con l’accordo sulla necessità di effettuare ulteriori approfondimenti della questione attraverso un confronto in tempi brevi con gli operatori locali del settore.