laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Terre di Canossa fa tappa a Lerici con le sue 111 auto storiche e i moderni esemplari unici

Più informazioni su

Gli equipaggi sosteranno qualche ora ai piedi del Castello di Lerici. L’arrivo previsto per domani, venerdì 21 aprile, alle ore 16.

LERICI – «Siamo felici di accogliere e ospitare sul nostro territorio 94 anni di storia dell’automobile: oltre cento esemplari di auto storiche e di moderni esemplari unici di grande pregio costeggeranno il nostro Golfo per giungere a Lerici, dove sosteranno per qualche ora prima di ripartire alla volta di Montemarcello e proseguire il viaggio – commenta Luisa Nardone, assessore al Turismo -. Un evento prestigioso, che fa di Lerici l’importante perno di un evento tra i più importanti nel panorama internazionale per auto storiche»

Lerici accoglierà domani, intorno alle ore 16, l’arrivo di 111 equipaggi, rappresentativi di 14 nazioni, 27 case automobilistiche e 30 scuderie. Alle 111 auto storiche si aggiungeranno anche 7 Ferrari moderne, guidate da una “488 Spider 70esimo”, unico esemplare di una delle 70 livree speciali realizzate dalla Casa di Maranello in occasione del 70° anniversario. Una bella contrapposizione con l’auto più vecchia in gara: una Bentley del 1923 dell’equipaggio inglese Collins/Steele. Questi i numeri della settima edizione del Terre di Canossa che, dal 20 al 23 aprile, percorrerà le incantevoli strade di Emilia, Liguria e Toscana e sarà come sempre caratterizzata dall’inconfondibile miscela di sport, passione, paesaggi, cultura e serate indimenticabili.

Confermata inoltre l’attenzione all’ambiente da parte dell’organizzazione, che anche quest’anno ha adottato volontariamente il protocollo CarbonZero e compenserà completamente le emissioni residue di CO2 mediante piantumazione di nuovi alberi nell’Appennino Tosco-Emiliano.

«Il Terre di Canossa si riconferma l’unico evento del settore a ‘emissioni zero’, confermandosi ormai stabilmente come un evento di riferimento tra le grandi gare di regolarità nel mondo e come un punto di ritrovo per gli appassionati del settore – afferma Luigi Orlandini, Presidente della Scuderia Tricolore e fondatore di Canossa Events -. Tutto questo è possibile grazie all’entusiasmo

degli equipaggi, a un team unico e al coinvolgimento di partner d’eccellenza. Ingredienti questi che, ogni anno, rendono speciale il Terre di Canossa».

La gara si svolgerà su un percorso di circa 650 km, con partenza da Parma e arrivo Reggio Emilia, snodandosi tra le più suggestive località emiliane, liguri e toscane, e prevedrà 89 prove a cronometro e una prova di media con rilevamenti segreti.

Più informazioni su