laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’ex tronista Lo Passo in carcere per tentata estorsione a un chirurgo plastico milanese

Più informazioni su

LA SPEZIA – Al momento dell’arresto stava recandosi a Monza, come ospite, alla inaugurazione di una boutique in compagnia di Lele Mora e di Guendalina, star del Grande Fratello. E’ finito in manette Alessio Lo Passo, 34 anni, ex tronista spezzino di “Uomini e Donne” nel 2014.

Il giovane è stato arrestato dai Carabinieri in esecuzione di un ordine di custodia per una condanna definitiva a tre anni di carcere emessa dal Tribunale di Milano per tentata estorsione a un chirurgo estetico milanese dal quale avrebbe preteso il rimborso di un intervento.

La vicenda risale al settembre 2014, come riferiscono le agenzie di stampa, quando Lo Passo si sottopose a un’operazione di chirurgia plastica al naso dal suo medico di fiducia. Dopo il primo controllo, che diede esito positivo, il medico riscontrò un mese dopo una “depressione ossea” sui lati del naso, derivante da una botta o da un pugno ma Lo Passo negò tutto. Il tronista chiamò il medico in quanto preoccupato perché la scarsa sensibilità tattile “potesse compromettere la carriera di personaggio pubblico”.

Ma lo stesso professionista trovò su YouTube un video in cui il tronista confessava telefonicamente a Barbara D’Urso durante la trasmissione “Pomeriggio 5” che tra il 2 e il 9 ottobre era stato coinvolto in una rissa fuori da una discoteca di Milano. Il 6 novembre successivo Lo Passo si presentò nello studio del chirurgo insieme alla fidanzata e a un sessantenne dal forte accento calabrese. Il tronista chiese al medico un risarcimento di 57mila euro per l’operazione, secondo lui, andata male. Nel caso non fosse stato accontentato, sarebbe tornato “con chi di dovere per sfasciare tutto”, oltre a rovinare la reputazione del medico. Le minacce continuarono nei giorni successivi anche al telefono.

Ai primi di dicembre il medico e il suo staff decisero di denunciare l’episodio e la procura fece partire una indagine per estorsione in concorso, conclusasi col processo. La condanna è diventata definitiva nell’aprile 2016 con Lo Passo che credeva che la vicenda si fosse conclusa lì. Invece l’arresto sabato scorso.

Più informazioni su