laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Fuori Luogo esce dal Dialma e “invade” la città con gli ultimi due eventi speciali

Più informazioni su

Al Castello San Giorgio e al Museo dei Trasporti.

LA SPEZIA – Una stagione da record quella di Fuori Luogo che si avvia alla conclusione con due appuntamenti speciali e site specific: il primo sulla terrazza del Castello San Giorgio, sabato 29 aprile, all’ora del tramonto e il secondo al Museo dei trasporti i prossimi 5 e 6 maggio alle 21.15.

La VI stagione di Fuori Luogo (organizzata da Comune della Spezia, Associazione Scarti, Casarsa teatro e Balletto Civile con il sostegno della Compagnia di San Paolo) registra quest’anno un’ulteriore crescita in termini di numero di spettacoli (41 serate di spettacolo) di spettatori (oltre 4.600) e di pubblico under30 (oltre l’80%) e si chiude con due appuntamenti speciali, uscendo dalla sua sede abituale del Centro Dialma Ruggiero.

Il 29 aprile sarà la volta di Roberto Latini, premio Ubu come miglior attore 2016, con lo spettacolo “I giganti della montagna” di Pirandello. Una location speciale e suggestiva ospiterà la performance: la terrazza del Castello San Giorgio con vista aperta sul golfo, scenografia naturale e unica per una grande prova d’attore. Lo spettacolo inizierà intorno alle ore 19.30, alle luci naturali del tramonto. I posti sono limitati ed è fortemente consigliata la prenotazione (3282007184, 0187713264)

1

L’ultimo evento sarà invece il 5 e 6  maggio al Museo Nazionale dei Trasporti alle ore 21.15 in via Fossitermi, dove la compagnia toscana pluripremiata Gli Omini porterà “Ci scusiamo per il disagio”. Lo spettacolo si svolgerà sulle locomotive e vagoni storici conservati al Museo dei Trasporti e ancora funzionanti. Nel segno di una ricerca teatrale che è innanzitutto esplorazione antropologica Gli Omini sono stati un mese alla Stazione di Pistoia, sui binari, hanno parlato con la gente, hanno incontrato “alcuni pendolari, molti ex carcerati, altrettanti in libertà vigilata, piccioni, studenti confusi, marchettari, gente che non ha più la macchina, coppie di ogni tipo, amore in ogni forma, piccioni, tossici, barboni suonatori di mandolino, donne che alla stazione leggono e poi parlano come un libro stampato, piccioni.”

Crocevia di storie, punto di scambio, di attesa, di passaggio, ogni stazione è depositaria di vissuti e personaggi reali, conserva le loro esperienze di vita drammatiche, buffe, spesso grottesche. Quale sito migliore della stazione per incontrare la variegata umanità?

Per info e prenotazioni 3282007184 – 0187713264

Biglietti: intero 15€ ridotto under30 10€, ridotto studenti 5€

Più informazioni su