laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’aria alla Spezia è buona, gli inquinanti non superano i limiti di legge. Ma si deve fare di più

Più informazioni su

LA SPEZIA – «L’aria a La Spezia è buona. Gli inquinanti non superano i limiti di legge, anzi  sono molto al di sotto. Questo risultato  non  deve far cantar vittoria, piuttosto deve essere  l’inizio di un  percorso per una città  più sostenibile. Quindi traffico, riscaldamento, industrie e porto: inquinano sì, ma “poco”».  Questo è il risultato dello studio  svolto  dall’amministrazione comunale  insieme all’Università di Genova  sulle sorgenti inquinanti e,  presentato oggi dall’’assessore alla sostenibilità ambientale e politiche per l’energia Laura Ruocco e dal professor Paolo Prati, docente del dipartimento di Fisica dell’Università di Genova.

Lo  studio  è stato commissionato all’interno dei piani di smart city.

«L’Amministrazione comunale  – ha detto la Ruocco – si dota quindi di un ulteriore strumento di analisi che mette a confronto le varie sorgenti inquinanti e stabilisce in che modo incidono sulla qualità dell’aria e dove queste fonti sono maggiormente concentrate».

Dallo studio si evince che la qualità dell’aria sul territorio comunale spezzino soddisfa ampiamente i limiti nazionali ed europei posti a salvaguardia della salute umana.

Lo studio rappresenta un  tassello che mancava poiché fornisce, insieme ai dati raccolti dalle centraline sparse in città,  una indicazione più generale su come gli inquinanti si distribuiscono e  quali siano le fonti che li producono. Uno studio che fornisce la fotografia di una città che ha valori medi di inquinamento ben al di sotto dei limiti normativi grazie anche ad una attenta politica ambientale che si sono tradotte in: efficientamento energetico degli edifici pubblici, mobilità sostenibile, il controllo delle caldaie.

Per  le aree interessate al traffico portuale, invece,  si sta  procedendo alla stesura di un protocollo tra Comune della Spezia, Autorità Portuale ed Enel  con la definizione delle tappe  per  la  elettrificazione del porto.

Claudia Verzani

Più informazioni su