laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Le proposte concrete di ANCE ai candidati Sindaco nella rivista Aedificando

Più informazioni su

LA SPEZIA – L’ANCE (Associazione nazionale costruttori edili) ha presentato il primo numero del 2017 della rivista Aedificando tutta dedicata alle proposte per la città del futuro rivolte ai candidati a Sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative. Erano presenti in sala Pozzoli i candidati Guido Melley, Paolo Manfredini, Pier Luigi Peracchini, Cristiano Ruggia, Massimo Lombardi. Con questa iniziativa ANCE si dimostra un’associazione veramente propositiva che ha il polso della realtà cittadina. Ha aperto la presentazione Francesca Cozzani, Presidente Confindustria La Spezia.

6

“Questa rivista è un contributo non estemporaneo alla città – ha affermato – Da sempre ANCE infatti è propositiva nell’indicare idee e soluzioni con progetti di utilità per la città. Idee che nascono dalla creatività fin dal 2006 con uno studio specifico. Ai candidati dico di non limitarsi ai bisogni presenti ma di avere una visione più ampia rivolta al futuro. A breve anche noi di Confindustria presenteremo un documento con le nostre proposte rivolte ai candidati”.

5

Quindi la parola è passata al geometra Mario Gerini Presidente ANCE che ha rimarcato come gli imprenditori edili siano consapevoli che l’impresa non è solo un soggetto economico. “Il nostro progetto è frutto di un ascolto del tessuto sociale da vari anni- ha affermato – Ci siamo ispirati allo studio Ambrosetti del 2006 per redigere le nostre proposte. La sfida consiste nel migliorare la qualità della vita dei cittadini non solo con parametri economici”.

Le proposte concrete (tante davvero) presenti nella rivista sono state illustrate dal vulcanico e fattivo direttore ANCE Paolo Faconti. Innanzitutto l’ANCE propone di realizzarle in tempi brevi in un rapporto equidistante tra pubblico e privato. Quindi si tratta di una visione strategica più che di dettaglio (anche se alcune proposte sono specifiche) inserendosi nel piano territoriale già in vigore. Ed ecco alcune soluzioni specifiche:

  • Nel settore trasporti si potrebbe realizzare una sorta di metropolitana leggera con bus che facciano il tour Piazza Concordia, Piazza d’Armi, Piazza Chiodo.
  • Per quanto riguarda i parcheggi, si potrebbe ampliare quello della stazione lasciando uno spazio lato Fossitermi per i bus turistici, un altro a Porta Sprugola (Arsenale), un altro ancora alla Pinetina già previsto dal PUC, e infine in Piazza Beverini per i residenti.
  • In Piazza Verdi si potrebbe realizzare un albergo a 5 Stelle al posto del Liceo Costa e un centro commerciale al posto delle scuole elementari. I due istituti si potrebbero trasferire nell’area Ex Mardichi insieme all’Istituto Einaudi Chiodo.
  • Piazza del Mercato potrebbe essere rifatta sulle orme del mercato San Miguel di Madrid e restare aperto dalle 10 alle 24 anche come attrazione per i turisti
  • Nel settore del turismo e della recettività potrebbe essere realizzato una sorta di ostello nell’ex orfanotrofio Garibaldi vicino a Piazza Saint Bon e ristrutturare il traforo Buggi – Monesteroli.
  • Il nuovo stadio potrebbe essere realizzato nell’ex area IP e al posto dell’attuale potrebbero essere realizzati degli appartamenti.

Per quanto riguarda “La città dell’esistente” ANCE propone di dare un migliore arredo al centro storico con una più consona segnaletica per i turisti; recuperare la periferia; realizzare percorsi ciclabili; l’Enel andrà bonificato indipendentemente da quale ricollocazione futura; andrà valorizzata l’area di Vallegrande (165 mq); infine si dovrà progettare il waterfront dove un gruppo di imprenditori è già pronto ad investire.

Tutte proposte molto concrete che hanno stupito positivamente i candidati Sindaco intenti a prendere appunti. Resta da vedere se le faranno proprie. Se non tutte almeno alcune.

Simona Pardini

Più informazioni su