laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Progetto “ATC Entra nelle Scuole – Il Bus come Bene pubblico”

Più informazioni su

III^ Edizione – Premiazione al Centro Allende. 

LA SPEZIA – Premiati oggi, al Centro Allende della Spezia, dall’Amministratore unico di ATC Esercizio Renato Goretta quattro degli elaborati presentati dai ragazzi delle Scuole Medie del Comune della Spezia nell’ambito del Progetto “ATC entra nelle scuole – Il Bus come Bene pubblico”.

Prime classificate le classi II A e II B della Scuola Media II Giugno che, sotto la direzione del Professor Andrea Gerali, hanno realizzato un video ponendo l’attenzione sull’importanza dell’educazione per vivere meglio in comunità e, di conseguenza, fruire al meglio anche dell’autobus.

2

Tutti i ragazzi hanno dimostrato come sia “semplice” essere educati salutando l’autista quando si sale sul mezzo, e mostrando attenzione nei confronti degli utenti in maggiore difficoltà, come anziani e donne incinta.

Il video è stato particolarmente apprezzato perché le classi hanno effettuato parte delle riprese direttamente a bordo di un mezzo di ATC e l’altra parte in aula, simulando il viaggio sull’autobus usando immagini di interni proiettate.

Seconda classificata la classe II C della Scuola Media Anna Frank seguiti dai professori Lungo e Podestà.

4

I ragazzi della II C hanno realizzato un autobus in polistirolo dove, in ogni finestrino, partendo dal posto di guida, è stata rappresentata una regola: non disturbare l’autista, mettere il guinzaglio ai cani, cedere il posto alle persone in difficoltà, non sporcare.

L’elaborato è stato premiato soprattutto per il suo impatto grafico: l’autobus è stato, infatti, ben realizzato scegliendo i giusti colori e disegni.

Infine, a pari merito, i ragazzi della II D e II A della Scuola Media Ubaldo Mazzini preparati dalla Professoressa Laura Gecchele.

Il primo elaborato, realizzato da Mattia Alfonso e Francesco Ferrero della II D, ha posto l’attenzione sull’importanza di rispettare le regole per garantire la sicurezza di tutti.

1

Il secondo progetto è stato realizzato da Mira Abidi e Emma Mancini della II A. Le due ragazze hanno riprodotto un’obliteratrice a dimensione reale arricchendola di disegni che ricordano le regole da rispettare: ad esempio non fare salire i cani senza museruola, far sedere gli anziani, le donne in gravidanza…

3

“Negli incontri di quest’anno – commenta l’Amministratore Unico Renato Goretta – ci siamo focalizzati sul tema del rispetto. Abbiamo chiesto ai ragazzi di riflettere su quanto sia importante rispettare il nostro lavoro, in primis quello dell’autista, l’autobus su cui si viaggia e tutti gli altri utenti. Dalle lezioni e dal lavoro fatto successivamente in classe sono emersi degli elaborati davvero interessanti, che hanno saputo rappresentare il tema cogliendone diversi punti di vista. Ai ragazzi abbiamo lasciato anche uno slogan (stampato su uno zainetto) che sarà il leitmotiv della prossima edizione del Progetto: “BUSt your confidence”. Giocando sulla pronuncia del verbo To boost abbiamo invitato i ragazzi ad accrescere la propria autostima e a credere in se stessi soprattutto seguendo le regole, avendo attenzione dei confronti degli altri e scegliendo di seguire gli esempi migliori. Rinnovo, quindi, l’appuntamento al prossimo anno scolastico per la IV Edizione del Progetto”.

Più informazioni su