laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Comitato Regionale Ligure della Federazione Pugilistica Italiana

Più informazioni su

GENOVA – Continua l’opera di rinnovamento e modernizzazione del Comitato Regionale Ligure della Federazione Pugilistica Italiana.

In seguito all’elezione e all’insediamento del nuovo direttivo regionale, costituito dal Presidente Consuelo Dessena, dal Vice Presidente Riccardo Zunino, dal Consigliere Maurizio Lazzarini, dal rappresentante dei Tecnici Francesco Mascaro e dal rappresentante degli Atleti Simone Rossetto, le novità si sono succedute in tempi brevissimi.

Tra queste la nomina di quattro responsabili regionali che, avvalendosi di tecnici collaboratori su tutto il territorio ligure, avranno il compito di coordinare allenamenti collegiali e formare ed accompagnare a livello nazionale ed internazionale le varie squadre regionali, maschili e femminili, delle diverse qualifiche previste dai regolamenti federali: al Tecnico Paolo Celano è stato assegnato il compito di responsabile delle squadre regionali, ad Enzo Celano è stata affidata l’attività giovanile, ad Angelo Malvaso la cura dell’attività professionistica e neo professionistica, mentre Marco Valdettaro si occuperà del settore dilettanti AOB maschile e femminile.

Pugilistica2

Martedì 11 aprile, in una riunione presso la Casa delle Federazioni CONI, a Genova, con la presenza anche del responsabile del settore arbitrale, Vincenzo Lagala, oltre che del Presidente Dessena, sono state gettate le basi programmatiche del lavoro che nel corso del 2017 i quattro neo incaricati dovranno svolgere nella nuova ottica di crescita adottata per il quadriennio olimpico dalla F.P.I. in generale e dal Comitato Ligure in particolare.

Numerosissime iniziative sono in cantiere per riportare il pugilato ai fasti di un tempo e ricollocarlo in quella dimensione che oggi più che mai gli compete quale sport per tutti, sia nelle sue espressioni agonistiche che in quelle amatoriali: perché il pugilato è uno sport sicuro, dove protezioni, regolamenti e preparazione di atleti e insegnanti, ne fanno una delle discipline in assoluto con la più bassa incidenza di infortuni; perché è uno sport sano e formativo, sia dal punto di vista fisico che caratteriale; perché è uno sport che, attraverso la gioia e la dedizione che lo caratterizzano, esprime appieno la metafora della vita.

g

Tra le innovazioni, ultima in ordine di tempo, la prossima creazione e formalizzazione di un Ufficio Stampa, diretto ed organizzato da un giornalista iscritto all’ordine collaborato da tecnici ed esperti appassionati della “noble art”, che supporti il direttivo regionale coordinando le relazioni con i mass-media al fine di dare giusto risalto e visibilità a tutte quelle attività meritorie che il pugilato ligure intraprende non solo a livello sportivo ma anche nel sociale.

Nella visione del nuovo direttivo vera anima e centro dell’attività sul territorio saranno le Società Pugilistiche che nella provincia spezzina sono cinque: Sport Club Virtus, Pugilistica Spezzina, Sarzana Ring, Pugilistica Varese Ligure e La Spezia Boxe. L’attività di queste società sportive è in continua crescita, soprattutto quella rivolta ai giovanissimi, bambini dai 5 ai 13 anni, impegnati in gare tecniche, attività ludiche e di coordinazione motoria che pongono, con l’avviamento allo sport, le basi per la formazione dei campioni del domani.

Più informazioni su