laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Amianto in raffineria”, risarcita l’erede

Più informazioni su

LA SPEZIA – € 140.000,00 oltre alle spese di lite, è la somma pagata in favore della figlia di uno storico militante della Uil spezzina deceduto alla fine del 2014 a causa di una patologia correlata all’esposizione ad amianto.

La causa, volta al riconoscimento della natura professionale della patologia che ha provocato la morte dell’associato, è stata patrocinata dall’avvocato Luigi Maggiani convenzionato con la CST UIL della Spezia, si è chiusa con un accordo sottoscritto davanti al Giudice del lavoro nei mesi scorsi.

Ad annunciarlo è Nadia Maggiani, Segretaria territoriale dell’Organizzazione sindacale, che ha messo a disposizione il proprio ufficio vertenze, ribadendo il costante costante impegno ed  attenzione finalizzati a migliorare e garantire la sicurezza degli operatori nei luoghi di lavori e alla tutela dei loro diritti.”

Più informazioni su