laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Programmazione al Cinema “Il Nuovo” e “Astoria” Lerici

Più informazioni su

CINEMA IL NUOVO LA SPEZIA VIA COLOMBO 99

Mercoledì 3 Maggio

Ore 17.30-19.15-21.00 BOLSHOI BABYLON

Giovedì 4 Maggio

Ore 17.30-21.00 ADORABILE NEMICA

Venerdi  5 Maggio

Ore 17.30- ADORABILE NEMICA

Ore 21.15 TONINO ( Anteprima per la Liguria )

Sabato  6 Maggio

Ore 16.30-18.15-20.15-22.00 ADORABILE NEMICA

Domenica 7 Maggio

Ore 15.30-17.30-19.30-21.15 ADORABILE NEMICA

Lunedi  8 Maggio

Ore 17.30-21.00 MEXICO UN CINEMA ALLA RISCOSSA

Martedi 9 Maggio

Ore 17.30-19.15-21.00 IL GIARDINO DEGLI ARTISITI L’IMPRESSIONISMO AMERICANO ( ARTE AL CINEMA)

Mercoledì 10 Maggio

Ore 17.30-19.15 IL GIARDINO DEGLI ARTISITI L’IMPRESSIONISMO AMERICANO ( ARTE AL CINEMA) o

Ore 21.00 ADORABILE NEMICA (2 X1 PAGA UNO ENTRI IN DUE)

 

CINEMA TEATRO ASTORIA LERICI VIA GERINI 18

Mercoledi 3 Maggio

Ore 17.30-21.00 BOLSHOI BABYLON

Giovedì 4 Maggio

Ore 21.00 LA TENEREZZA

Venerdi 5 Maggio

Ore 21.00 LA TENEREZZA

Sabato 6 Maggio

Ore 17.30-21.15 LA TENEREZZA

Domenica 7 Maggio

Ore 16.30-18.15-21.00 LA TENEREZZA

Lunedi 8 Maggio

Ore 21.00 LA TENEREZZA

Martedi 9 Maggio

Ore 21.00 IL GIARDINO DEGLI ARTISITI L’IMPRESSIONISMO AMERICANO ( ARTE AL CINEMA)

MercoledI 10 Maggio.

Ore 17.30 30-21.00 IL GIARDINO DEGLI ARTISITI L’IMPRESSIONISMO AMERICANO ( ARTE AL CINEMA)

SINOSSI:

BOLSHOI BABYLON Per la prima volta, il teatro Bolshoi ha consentito a una troupe cinematografica l’accesso totale e privo di alcuna censura al suo “dietro le quinte”. Ne è uscito un intricato quadro di lotte di potere, intrighi, ambizioni sfrenate, scandali e ricerca ossessiva della perfezione… culminati con un attentato a Sergei Filin, allora direttore artistico del teatro, nel gennaio 2013 che lo lasciano parzialmente cieco. L’uomo accusato del crimine si rivelerà essere uno dei ballerini solisti dello stesso Bolshoi: Pavel Dmitrichenko. L’assalto sconvolge la Russia e macchia inesorabilmente la reputazione del più amato simbolo culturale del Paese. Dopo un periodo tumultuoso di proteste pubbliche, durante il quale diversi ballerini si dimettono o vengono licenziati, il Cremlino nominerà un nuovo direttore per ristabilire l’ordine: Vladimir Urin del Stanislavskij Teatro di Mosca. La scelta scatenerà in realtà nuovi conflitti.

LE DONNE E IL DESIDERIO Regia di Tomasz Wasilewski. con Julia Kijowska, Magdalena Cielecka, Polonia, Svezia, durata 104 minuti. Un film che colpisce non solo per per le tematiche affrontate ma anche per la splendida fotografia. Le donne raccontate nel film con le loro nevrosi, le loro storie, le loro paure, appassionano e coinvolgono lo spettatore. In particolare molte donne si ritroveranno nelle loro storie. Il giovane regista Wasilewski avrà di sicuro un futuro scintillante nel mondo del cinema d’autore

ADORABILE NEMICA Un film di Mark Pellington. Con Shirley MacLaine, Amanda Seyfried,  durata 108 min. – USA Regina incontrastata da cinquant’anni delle migliori commedie di Hollywood, Shirley MacLaine fa il suo ritorno sul grande schermo in Adorabile nemica, nei panni di Harriet Lauler, milionaria dispotica e irresistibile, abituata a controllare tutto quello che la circonda, persone comprese. Un giorno Harriet decide di voler controllare anche quello che si dirà di lei dopo la sua morte: perfino il suo elogio funebre deve essere di suo gradimento! Incarica quindi Anne (Amanda Seyfried), una giovane giornalista con ambizioni letterarie, di scrivere la sua storia, con conseguenze divertenti e imprevedibili. Nascerà un’amicizia sincera, buffa e conflittuale, tra due donne forti e libere.

MEXICO UN CINEMA ALLA RISCOSSA Il Cinema Mexico, una delle ultime sale mono-schermo rimaste a Milano, e la sua storia legata indissolubilmente alla figura di Antonio Sancassani che da trent’anni la gestisce in modo indipendente e libero. Al Mexico passano film indipendenti , opere prime, film in lingua originale, documentari, film dimenticati o bruciati dalle grandi distribuzioni. I 33 anni del Rocky Horror Picture Show e i due straordinari anni di Il vento fa il suo giro sono solo alcuni dei successi che hanno reso la sala un punto di riferimento fondamentale per gli addetti ai lavori e gli appassionati del cinema di qualità. Il film racconta intorno alle vicende dello storico cinema di Milano i sogni di più generazioni, emblema italiano di un “modo di fare cinema resistente”, ambientato in un quartiere che ha vissuto cambiamenti radicali e che è oggi una delle zone più vive della città. Asserragliato tra show-room di moda, baretti di tendenza e agenzie di modelle, ultimo avamposto di un certo tipo di cinematografia, il Mexico da anni combatte contro il fantasma della chiusura respingendo le offerte di chi lo vorrebbe acquistare per trasformarlo nell’ennesimo show-room

IL GIARDINO DEGLI ARTISTI L’IMPRESSIONISMO AMERICANO un tributo agli artisti americani che hanno tratto ispirazione dal giardino Giverny . Ossia il paesino francese che aveva ammaliato Claude Monet e poi incantato decine di pittori del tempo. Furono moltissimi gli artisti americani, infatti , che fecero i bagagli per raggiungere lo stagno più famoso del movimento impressionista. Il film Il giardino degli artisti Nexo Digital, racconta le vicende dell’Impressionismo americano e del suo rapporto con il Garden Movement.

LA TENEREZZA Regia di Gianni Amelio. Un film con Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, Greta Scacchi, Renato Carpentieri – Italia, durata 103 minuti. Sentimenti che si incrociano t Un padre e i suoi figli non amati, un fratello e una sorella in conflitto, una giovane coppia che sembra serena. E i bambini che vedono e non possono ribellarsi. La storia di due famiglie in una Napoli inedita, lontana dalle periferie, una città borghese dove il benessere può mutarsi , anche se la speranza è a portata di mano. Il film è tratto dal romanzo “La tentazione di essere felice” di Lorenzo Marone.

TONINO dei registi Daniele Ceccarini e Mario Molinari. Un lungo lavoro di ricerca sul Maestro Tonino Guerra, poeta, sceneggiatore, artista e genio, ma anche sull’uomo, sul carattere e le passioni. Gli autori hanno tenuto in gran conto l’anima profetica di Tonino Guerra, quella che, ben prima degli odierni allarmi sul riscaldamento globale, lo spingeva verso la terra e l’amore per l’ambiente, verso la tutela di quella bellezza che è “il vero petrolio” del nostro Paese. Ambientalismo ante litteram, oltre ogni moda: in un periodo in cui l’Italia scopriva il fast food, Tonino Guerra già parlava di slow food e di chilometri zero. Nel film sono contenuti i contributi dello scrittore Luis Sepulveda, dei registi Vittorio Taviani e Giuliano Montaldo, del critico d’arte Vittorio Sgarbi, dell’imprenditore Oscar Farinetti e tante altre persone che hanno avuto modo di conoscere Tonino Guerra. Il documentario è frutto di una sinergia artistica tutta ligure, prodotto dalla spezzina Paola Settimini con la collaborazione di Giovanna Servettaz savonese.

Più informazioni su