laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’avversaria – Perugia: una final destination tutta da vivere

Più informazioni su

A 270 minuti dal termine della stagione, gli umbri hanno l’arduo compito di tenere accesa la fiammella play off. Nell’anticipo del Curi contro lo Spezia la prima finale, anche se peseranno le tante assenze.

LA SPEZIA – Chissà, chissà chi sei, chissà che sarai, chissà che sarà di noi, lo scopriremo solo vivendo. O in questo caso giocando. Lucio Battisti e nastri rosa a parte, il paradosso potrebbe essere dei più beffardi: nonostante un’ottima stagione, i 60 punti attuali e il quarto posto in classifica, il Perugia potrebbe dire addio ai play off.

Ad oggi, gli otto punti di distacco dal Frosinone non sono una condanna, ma certo è che il terreno comincia a scottare agli umbri e non solo.

A tre giornate dal termine, la squadra di Bucchi ha infatti nelle proprie mani il destino suo e quello di altre quattro squadre: l’obiettivo è far si che tra la terza e la quarta non vi siano 10 punti di distanza.

A cominciare dalla prossima gara casalinga contro lo Spezia, gli umbri dovranno dare un segnale forte al campionato, anche se negli ultimi due incontri al Curi, contro le innocue Pisa ed Ascoli, sono arrivati appena due punti.

Contro le Aquile, inoltre, i Grifoni dovranno fare a meno degli squalificati Dezi, Brighi e Di Chiara, oltre agli infortunati Fazzi e Belmonte e ai dubbi sul recupero di Volta e Di Carmine, capocannoniere della squadra con 12 reti.

Insomma, è piena emergenza in casa Perugia, anche se la tenacia dei ragazzi di Bucchi, che tra l’altro può contare sulla migliore difesa del torneo assieme alla Spal, non è seconda a nessuno.

Andrea Licari

 

Più informazioni su