laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il Partito Democratico commenta la candidatura a sindaco di Lorenzo Forcieri

Più informazioni su

LA SPEZIA – Abbiamo appreso che Lorenzo Forcieri, nel corso di una conferenza stampa convocata oggi pomeriggio, ha annunciato la sua candidatura a sindaco della città.

Lorenzo Forcieri è un iscritto al Partito Democratico: è stato dirigente del PD a tutti i livelli, già Sindaco di Sarzana , Senatore dal 1992 al 2006, Sottosegretario alla difesa del Governo Prodi dal 2006 al 2008, Presidente dell’Autorità Portuale da maggio 2009 a novembre 2016. Il fatto che abbia deciso di candidarsi da iscritto del Partito   alternetivamente al candidato sindaco individuato unitariamente dal Pd, Paolo Manfredini, costituisce un fatto di inedita gravità.Mai nella storia della nostra organizzazione politica locale  è accaduto un fatto simile.

In questo modo si vuole provare a minare la solidità del Partito Democratico e della coalizione di centrosinistra rendendo possibile che la destra salvinista e lepenista si affermi nella città medaglia d’argento della Resistenza, una città che ha nel suo dna le radici più profonde e rigogliose dei valori antifascisti, democratici e di giustizia sociale. Naturalmente questo gesto non farà arretrare di un millimetro la nostra battaglia politica per garantire un futuro di crescita e sviluppo alla nostra bellissima città. In questi anni abbiamo riqualificato quartieri e piazze, salvato Acam, evitato l’aumento delle tasse, conquistato un nuovo ospedale, realizzato infrastrutture che ci invidiano in tutta Italia. Abbiamo affrontato la crisi, insediato nuove aziende, migliorato asili e servizi per bambini e donne, fatto dei servizi sociali un’eccellenza italiana.Abbiamo creduto nel turismo, nel cambiamento e siamo finalmente diventati la porta delle Cinque Terre. Molto rimane da fare e vogliamo che ai progetti di crescita sia sempre ancorata la capacità di non lasciare nessuno indietro, di aiutare i più deboli così come solo il centrosinistra può garantire. A chiunque voglia per ambizioni personali, dopo aver avuto le occasioni e le possibilità più prestigiose e belle negli incarichi pubblici in rappresentanza del Pd, interrompere questa prospettiva rispondiamo che il Partito Democratico è il luogo della politica che crede nella passione civile e non negli egoismi, e che chiunque anteponga la propria vicenda personale alle aspettative di una comunità politica e civile non può rappresentare ne appartenere al Partito Democratico. Non abbiamo ceduto e non cederemo ad alcun ricatto, andremo avanti a testa alta per combattere il populismo e la destra.

Più informazioni su