laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Conosciamo il Lunezia Volley promosso in Serie B2 femminile

Più informazioni su

SARZANA – Dopo quella dell’Autorev Spezia, la provincia spezzina si prende un’altra brillante promozione in B e di quelle ammirevolmente pianificate, basti dire che un paio d’anni fa il Lunezia Volley (allora Volley Team prima della fusione con la Sarzanese) era in Serie D.

La progressione dello staff dirigenziale agli ordini del presidente Massimo Magnavacca, con Paola Lombardi e Massimo Curi quali “vice”, ha poi condotto appunto a questa Serie B2 conquistata con 3 giornate d’anticipo. Non dimentichiamo altresì la parte esercitata nell’ambito dai direttori sportivi, Carlo Martini erede dell’ottimo lavoro svolto da Nicola Bellotto, soprattutto per il ramo giovanile. Ma le ragazze protagoniste sotto la guida tecnica del navigato Alfonso Pascucci? Conosciamole…

ALESSIA BRIZZI / palleggiatore, classe 2000, Sarzana

“Cervello” dell’ Under 18 da parecchio, se non fosse che davanti a lei c’è una “certa” Ruffini, sarebbe probabilmente già esplosa anche in 1.a squadra. Determinata.

FRANCESCA BRUSONI / schiacciatore, 91, Sarzana

Gli anni passano e il capitano storico è sempre lì, può giocare qualche partita di più o di meno, fare alcuni punti di più o di meno; ma il suo apporto di esperienza, applicazione e rendimento, non manca mai. Intramontabile.

RAFFAELLA BUCCELLI / centrale, 87, Rimini

Quando s’è sposata un paio d’anni or sono con quel De Rosa oggi capitano della Zephyr in B maschile, il cosiddetto “spogliatoio” deve aver tremato, temendone il ritiro per via degli impegni coniugali. Invece la sua personalità solare e comunicativa ha continuato a fungere da valvola di sicurezza dell’umore dei ranghi. Sangue romagnolo non mente. Esempio.

FRANCESCA CAROZZO / centrale, 97, Sarzana

Il passaggio un paio d’anni fa in 1.a squadra dalla “U18” precedente a quella attuale, nella quale la faceva da mattatore, l’ha forse leggermente condizionata: ciò non toglie che nel contesto della “rosa” la sua utilità non fa una grinza. Agile.

SARA CICALESE / opposto, 96, Sarzana

Per lei vale più o meno il discorso fatto per la Carozzo, il che conferma la bontà del settore giovanile, nonché prova la superiorità pure di Sara alle evenienze. Tenace.

ALICE FERDEGHINI / libero, 99, Sarzana

Tanto per cambiare un bel prodotto del settore verde. Nel suo silenzio impara e quando la sguinzagliano in campo recita tutta la sua parte. Diligente.

SARA FIORINO / schiacciatore, 2000, Sarzana

Notevoli i margini di ascesa davanti a quest’altro prodotto dell’ Under 18 che già ora, comunque, è preziosissimo. Preziosa.

GRETA FUSANI / centrale, 90, Carrara

Una buona dose di esperienza in seno al parco-giocatori, quando chiamata risponde sempre presente ad alta voce, se la cava niente male pure da opposto. Esperta.

FRANCESCA LEONARDI / schiacciatore-opposto, 88, La Spezia

Ala a cui ci si è aggrappati per coprire una diagonale che cominciava a dar da pensare. Una versatilità che, unita a un passato non indifferente, costituisce il suo vero e proprio biglietto da visita. Versatile.

JESSICA LEONARDI / libero, 88, Pallerone

Cugina di Francesca, ha alle spalle persino una Serie B1 conosciuta nei ranghi dell’allora Nuova Oma Valdimagra, senza sottovalutare la B2 disputata alla Serteco Genova e a Casarza Ligure. Certezza.

REBECCA LUPI / opposto, 2001, Sarzana

L’ “enfant prodige”. Selezionata a livello regionale è, da tempo, il vero e proprio fiore all’occhiello del settore giovanile “lunense”. Paradossalmente, l’ascesa in B potrebbe rallentarne la definitiva promozione a titolare, per una forza della natura sarebbe un vero peccato. Futuro.

DENISA MARKU / schiacciatore, 96, Albania

Sangue albanese, esuberanza atletica e braccio nucleare, però il tempo le ha imposto di lasciare alla Lupi la palma di bimba-prodigio del “vivaio”. In compenso quella fascia da capitano in campo, che veste sempre più spesso, l’ha definitivamente responsabilizzata. Leader.

GIULIA MASCIULLO / centrale, 95, La Spezia

Ogni anno più forte. La sua costante crescita in attacco come in difesa sembra non conoscere limiti. Motivi di studio la vorrebbero in partenza per Milano per cui dirigenza e corpo tecnico toccano ferro. Fisica.

AMBRA RAFFAELLI / centrale, 92, La Spezia

Venere bionda di quasi due metri, ma di sicuro non è per il lato estetico che al Lunezia sono felici di averla prelevata l’estate scorsa dall’allora Spedia, insieme a Francesca Leonardi. Brillante.

GIORGIA RUFFINI / palleggiatore, 95, S. Stefano Magra

La voglia di casa l’ha ricondotta dalle nostre parti, dopo diversi anni di Serie B1 per mezza Italia, con avvio in quella Nuova Oma Valdimagra che l’ha pallavolisticamente generata. Il curriculum parla chiaro. Garanzia.

NICOLE SPADONE / schiacciatore, 94, La Spezia

Banda rivelatasi utilissima pure da libero, da titolare e da riserva, in D come in C. La sua elasticità parla da sola. Duttile.

ALESSANDRA TOMAINO / schiacciatore, 80, Torino

Il mestiere e il carisma. Molta Serie B nel suo bagaglio fra Piemonte e Liguria, senza scordarsi di alcune interessanti esperienze in Toscana, nel contesto è la veterana per antonomasia che a dire basta nemmeno ci pensa. Pensante.

Da non scordare infine, il contributo apportato dal viceallenatore e preparatore atletico Gianluca Secco e dal “team manager”, quella Sara D’Aietti che molti ricorderanno validissima in costruzione quando calcava i parquet.

Per concludere, da ricordare che hanno fatto capolino nel corso della rincorsa alla B i liberi tuttora del “vivaio” Salvetti, Viti e Vasoli e un po’ lo stesso vale per quella Cuffini che palleggia nella seconda squadra del Volley Lunezia in 1.a Divisione.

Più informazioni su