laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Forcieri: attacchi personali e bugie contro di me per nascondere vuoto di idee e carenza di leadership

Più informazioni su

LA SPEZIA – «Dopo settimane di vuoto assoluto in termini di idee, proposte, strategie per la città, questa mattina i vertici del Pd si sono svegliati indirizzando contro di me pesanti accuse e volgari bugie. Si fossero accalorati così in questi anni per trovare le migliori soluzioni per la città, La Spezia oggi sarebbe certamente in una situazione migliore.

C’era un po’ di tutto questa mattina aprendo i giornali.

Un sindaco che si è strenuamente battuto contro il business delle crociere anche cambiando gli strumenti urbanistici, rimangiandosi parole e impegni presi con il Porto e la sua stessa città; un consigliere regionale che seppur molto giovane è da anni sulla breccia e di cui si fa onestamente fatica a ricordare un risultato o anche solo una idea utile per la collettività; un candidato sindaco che è in amministrazione da 15 anni senza che ci sia un solo cittadino in grado di ricordare cosa abbia fatto, ed è costretto a inventarsi abboccamenti e “accordicchi” inesistenti.

Tutti schierati come in una sorta di plotone di esecuzione, con una violenza verbale questa si inedita e mai vista prima nei casi pur importanti di Pagano, Pollio, Putrino, Bertagna, Ricciardi… e dai tanti altri, iscritti ed alleati, che in questi anni si sono allontanati dal partito. Cari amici del Pd, calmatevi! Se siete convinti di aver fatto tutto bene e di aver indovinato tutte le scelte, affrontate serenamente il giudizio degli elettori. La vostra violenza verbale nasconde una debolezza di fondo ed una consapevolezza delle difficoltà che incontrate a coinvolgere cittadini ed energie nuove, che invece si rivolgono altrove, come sta succedendo anche in questa occasione e come nel recente passato è successo nelle elezioni per la Regione, o in quelle di Lerici, Portovenere e tutti gli altri comuni persi.

In queste settimane ho insistito anche pubblicamente affinché si svolgessero le primarie o quanto meno una ampia discussione nel Pd che potesse riconsiderare anche la candidatura a sindaco, giudicando l’attuale candidato PSI-PD una persona non corrispondente a quanto necessario alla città, frutto di un accordo ristretto e troppo in continuità con la passata amministrazione. In tempi non sospetti ho anche proposto che fossero dirigenti di primissimo piano a tornare alla Spezia ed impegnarsi nel ruolo di sindaco in questa fase così importante per la Città, per la sua trasformazione e il suo sviluppo, ritenendo giusto e doveroso che il partito di maggioranza relativa esprimesse il candidato sindaco. Ma nessuno si è voluto impegnare, né si è voluto che fossero i cittadini a scegliere mediante le primarie.
La “coalizione” di centro sinistra non esiste già da tempo e la candidatura a sindaco di così tante figure di sinistra più o meno moderate lo dimostra pienamente. Ho sostenuto che questa coalizione dovesse risorgere attorno alle primarie, ma in risposta ho trovato solo porte chiuse salvo la richiesta di non candidarmi, anche arrivando a propormi, negli ultimi giorni, da parte di autorevoli dirigenti persino l’offerta di un posto in Parlamento nel 2018, in cambio della mia rinuncia!
Ho risposto no grazie, spiegando che non me la sentivo di tradire la fiducia e le aspettative manifestatemi da tanti cittadini. Ho agito come al solito seguendo le mie idee e quello che ritengo giusto per il bene comune, rimettendomi al giudizio degli elettori senza rete e senza nulla chiedere in cambio ed anche sapendo che la macchina del fango contro di me si sarebbe rimessa in moto, come peraltro mi è stato minacciato.
Il passato, il presente ed il futuro della Spezia sono sul mare. È l’economia del mare l’asse strategico più importante per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio da cui trarre lavoro, benessere e ricchezza per tutti, per far diventare Spezia una vera e propria Perla del Mediterraneo. E’ su questo asse che si svilupperà la nostra azione amministrativa per La Spezia, con idee e programmi i cui dettagli sottoporremo a breve al giudizio e al contributo dei cittadini, che si aspettano da tutti risposte e progetti, e non sterili battibecchi da cortile. Andiamo oltre, andiamo avanti per Spezia!»

Lorenzo Forcieri – Candidato Sindaco della Spezia con le liste civiche “Avanti per Spezia” e “Al Lavoro per Spezia”

Più informazioni su