laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Premio Montale Fuori Casa a Vito Mancuso: Mistero. Divino, Teologia, parole non adatte al mondo d’oggi

LA SPEZIA – «Mistero, Divino, Teologia». Che cosa significano, cosa vogliono dire e, che cosa rappresentano  per gli”uomimi” di questo tempo ? E’ difficile dirlo, ma ha cercato di  spiegarlo oggi  Vito Mancuso teologo-filosofo, saggista ed editorialista di “Repubblica” che  ha ricevuto il premio Montale” Fuori Casa”  nella cornice del Castello San Giorgio della Spezia.

Mancuso: «Nella nostra società la Teologia  non sta bene. Come esiste oggi nel mondo occidentale non può sopravvivere». «Si può essere in comunione con Dio al di là dell’ostia», «Quando non si capisce qual cosa è Mistero. La parola Mistero ormai è inflazionata».

Papa Francesco ha definito Vito Mancuso un profeta poco influente.

WhatsApp-Image-2017-05-07-at-20.01

Il pensiero di Mancuso è oggetto di discussioni e polemiche per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche, sia in campo etico, che in campo strettamente dogmatico.

La premiazione si è svolta in collaborazione con i Servizi Culturali del Comune della Spezia,  con la visione del breve video “Goccia d’abisso” dell’artista Paolo Treni, Montal/Arte giovani 2017.  Sono intervenuti la dottoressa Marzia Ratti, Direttrice dei Servizi Culturali del Comune della Spezia, e  Donatella Alessi, conservatrice del Castello San Giorgio.

A presentare il Premio Montale “Fuori di casa” è stata  la Vice Presidente del Premio, Barbara Sussi, è intervenuto l’imprenditore e direttore della Gazzetta della Spezia, Umberto Costamagna.

Il premio è stato  asseganto dalla presidente, Adriana Beverini: «per questo grande pensatore e studioso cristiano la fede non è un dogma e non può prescindere dalla conoscenza e dall’amore per la verità».

5

Il Premio Montale Fuori di Casa, è organizzato dall’Associazione Percorsi con la collaborazione di Alice Lorgna, ha la sua sede storica a Sarzana e sezioni a Genova, Firenze e Milano.

La manifestazione, che ha il patrocinio della Regione Liguria, è realizzato con il sostegno di Crèdit Agricole Carispezia e di Termomeccanica della Spezia.

L’artista Piero Colombani ha donato la P miniata, simbolo del Premio.

Claudia Verzani