laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

lo Sport Club Virtus alla settima edizione della Kickboxing World Cup

Più informazioni su

LA SPEZIA – Si è svolta al Multieventi di San Marino la settima edizione della Kickboxing World Cup, con  oltre 1500  partecipanti.
Una ventina di nazioni tra le quali per la prima volta Iran e Bielorussia hanno rappresentato l’universalità della manifestazione.

Sono stati allestiti 2 ring, 6 tatami e la gabbia per le mixed martial arts.

Rigore, disciplina, rispetto dell’avversario, questo il denominatore comune che ha portato gli atleti e gli appassionati al Multieventi , in un mondo sportivo fatto non di violenza e luoghi comuni, ma di regole e spettacolo.
A rappresentare lo Sport Club Virtus, storica società pugilistica spezzina, gli atleti Nicola Ferraro ed Omar Venturini.

Il primo degli atleti biancocelesti a salire sul ring, nella specialità della Kick Boxing (K1 Rules), è stato il 17enne Omar Venturini.

1

Il Virtussino ha iniziato il match con grande convinzione imponendo subito un conteggio al suo avversario che, ripreso l’incontro, non è riuscito a contenere lo scatenato Omar che ha continuato a colpirlo duramente mandandolo a terra per il KO definitivo.

In semifinale l’atleta della Virtus ha superato il turno per walk over; l’avversario designato, visto il modo in cui Omar si era liberato del precedente oppositore, ha preferito evitare il combattimento.

La finale è stata una vera battaglia, Venturini ha combattuto tre dure riprese contro l’olandese Bjiorn

Bernsen della Mejiro Gym, fresco campione d’Olanda categoria juniores.

4

Al termine dei tre round regolamentari i giudici, dato l’equilibrio del match, optavano per l’extra round; in questa ulteriore ripresa Omar ha dato tutto se stesso aggiudicandosi torneo ed incontro.

Un risultato incredibile, se consideriamo la diversa esperienza dei due fighter, ma nel quale certamente credevano l’atleta, insegnanti e dirigenti della Virtus.

Si è dovuto “accontentare” del secondo posto invece il peso medio Nicola Ferraro, che ha ceduto soltanto dopo l’extra round contro il quotatissimo Philipp Hafeli, svizzero detentore del titolo europeo di Kick Boxing.

7

“ Hafeli” ci dice il Maestro Alessandro Andellini, che ha accompagnato i ragazzi spezzini nella trasferta curandone la preparazione insieme a Marco Giannarelli, “ha superato la semifinale grazie ad un KO devastante, ma sapevo che il nostro Nicola era ben preparato, grazie anche alle sedute di sparring con i suoi compagni, boxer e kick boxer ,che giornalmente dividono con lui le fatiche dell’allenamento. Nicola è riuscito ad imporre un pari dopo le riprese regolamentari, cedendo soltanto nell’extra round di quel poco che ha consentito al campione svizzero di strappare la vittoria.

Pochi, al posto di Nicola, avrebbero accettato di misurarsi con un campione con il curriculum di Hafeli, ma il ragazzo era certo dei suoi mezzi e  noi con lui; che la fiducia fosse ben riposta lo dimostra l’equilibrio del match e il fatto che Nicola è sceso dal ring senza un segno sul volto”

2

Ancora soddisfazioni quindi per lo Sport Club Virtus, questa volta nella kick boxing, dopo le recenti buone prestazioni dei suoi pugili, Guefai El Mehdi, fresco vincitore del titolo regionale, Martina Alberti, Ilaria Marconcini, Serban Catalin Raul, Michela Sisti, Christian Valdettaro.

Ricordiamo che la sede di allenamento dello storico sodalizio biancoceleste, la cui data di fondazione risale al 1906, è a Ceparana (SP) presso l’attrezzatissimo centro sportivo Dimensione Fitness, una vera perla nel settore sportivo. (Info 335 5464059)

Più informazioni su