laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Spezia Risorse: rottamazione delle cartelle, tutti i dati e le informazioni

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il 2 maggio è scaduto il termine per aderire alla definizione agevolata delle ingiunzioni notificate ai contribuenti morosi a tutto il 2016, la cosiddetta “rottamazione delle cartelle”: facoltà prevista dal decreto fiscale del dicembre scorso cui l’Amministrazione Comunale ha aderito con delibera del Consiglio Comunale adottata lo scorso gennaio. Spezia Risorse, in qualità di concessionario comunale della riscossione, ha gestito integralmente tutte le fasi e le procedure verso i contribuenti che hanno deciso di avvalersene.

Sono state ricevute 869 istanze di cui 29 sono state respinte per carenza dei requisiti previsti dalla legge e dal Regolamento comunale. Il controvalore globale lordo delle istanze accolte ammonta a 2.676.000 euro; i soggetti con partita Iva sono 95 e il valore lordo delle ingiunzioni “rottamate” di costoro ammonta a 1.280.666 euro. Gli altri contribuenti sono 745 “persone fisiche” (istanze depositate con codice fiscale personale e non partita Iva) e cubano i rimanenti 1.395.334 euro di ingiunzioni “rottamate”. L’importo complessivo di queste ingiunzioni è pari a circa l’11% dell’intero stock in riscossione coattiva oggi lavorato da Spezia Risorse per conto del Comune della Spezia.

Attualmente sono in corso di elaborazione ed emissione le comunicazioni che saranno spedite agli indirizzi forniti con l’istanza di “rottamazione”, nelle quali sarà comunicato al contribuente il nuovo importo ridotto da versare a saldo; le modalità scelte dai singoli contribuenti prevedono la possibilità della rata unica a Luglio oppure una delle varie opzioni (fino a un massimo di 5 rate complessive) il cui ultimo versamento sarà non oltre settembre 2018. Le comunicazioni di Spezia Risorse saranno trasmesse, oltre che in forma cartacea, anche all’indirizzo email se fornito dai contribuenti. Nel plico vi saranno i bollettini per l’effettuazione dei versamenti dovuti che si potranno pagare anche on line, direttamente dal sito www.speziarisorse.it, cliccando sul link “PagoPA”, previa procedura di registrazione on line per ottenere User e Password di accesso -se non già in possesso delle credenziali. Analogamente, utilizzando i dati e i bollettini ricevuti per posta ed email, i versamenti potranno essere effettuati presso le Casse automatiche attive al piano terra di Palazzo Civico, presso il Comando di PM in via Lamarmora e presso i nostri uffici di Via Pascoli. Potranno essere utilizzati anche i tradizionali canali di pagamento alle Poste, presso i circuiti ITB delle tabaccherie o con bonifico bancario (i riferimenti sono indicati nella comunicazione spedita).

Si rammenta che il ritardo o il mancato versamento di anche una sola rata prevista dal piano di rateizzazione proposto con l’istanza dal contribuente medesimo, determina la perdita di tutti i benefici e degli sgravi previsti dalla disciplina e la remissione delle ingiunzioni fiscali nelle fasi di riscossione coattiva con l’esecuzione, da parte di Spezia Risorse, di tutte le azioni cautelari (fermo amministrativo dei veicoli, accensione eventuale di ipoteche ecc.) ed esecutive (pignoramenti dei conti bancari, dei redditi e dei beni immobiliari) necessarie all’incasso del debito fiscale dovuto.

Più informazioni su