laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Frijia e il Bando 200 mila euro per finanziare estate spezzina

Maria Grazia Fria, esponente di Fratelli d’Italia e candidata nella Lista Toti per Peracchini Sindaco, esprime dubbi e perplessità e dichiara: “sembra una mossa da campagna elettorale.”.

LA SPEZIA – “Sul bando emesso a maggio, in questi giorni, dell’importo di 200 mila euro per organizzare l’Estate spezzina viene quasi da sorridere e sorgono spontanee alcune considerazioni. Sarà forse una mossa in extremis di questa amministrazione moribonda che da fondo a tutti gli strumenti a disposizione per racimolare qualche votarello in più? Ritardo per ritardo, non sarebbe stato meglio che Federici & c. soprassedessero per consentire a chi verrà di gestire come meglio ritiene? Da chi sarà composta la commissione interna he valuterà i progetti?” Così dichiara il consigliere comunale Maria Grazia Fria  esponente di Fratelli d’Italia e candidata nella Lista Toti per Peracchini Sindaco,  che esprime molti dubbi sull’ultima mossa della Giunta comunale uscente e continua: “infatti proprio la tempistica:  200 mila euro a pioggia a Maggio per organizzare gli eventi estivi sembrano quasi una mossa elettorale studiata ad hoc per questo periodo e comunque evidenziano l’incapacità di programmazione della gestione amministrativa Federici, Mori & c.. Secondo aspetto: c’è ancora in ballo tutta la polemica sulla mala gestione delle scorse stagioni, vedi Boss, e della Festa della Marineria ultima, che ha lasciato buchi di bilancio importanti nelle casse del Comune, ancora non ripianati.  Non sarebbe anche curioso che questa amministrazione elargisse soldi a chi fa parte dei sostenitori di qualche candidato a Sindaco?”.

“Altro aspetto preoccupante – prosegue Maria Grazia Fria, candidata alle prossime elezioni amministrative –  il fatto che la nostra città che non abbia un Piano della Sicurezza effettivo, necessario specialmente in un momento come questo, un Piano di Gestione dei rifiuti soprattutto in estate dove il problema sarà maggiore, ma più che altro non ha un programma di sostegno alle attività che fanno economia turistica e che animano la città ed il centro storico. L’amministrazione uscente a guida Pd e Sinistra infatti è stata solo capace di creare una situazione insostenibile per chi svolge un’attività commerciale soprattutto bar, ristoranti e locali a favore invece di chi non segue le regole”.

“Ma soprattutto, e concludo, è chiaro che non c’è un progetto culturale e di accoglienza turistica, un progetto di valorizzazione e di programmazione di eventi all’interno di una idea che possa richiamare turismo e persone alla Spezia. Manca un lavoro su come far fermare il turista che frequenta la nostra zona nella nostra città e consentire così che si sviluppi un economia di indotto capace di creare ricchezza e garantire alla città che questi 200 mila euro non siano soldi spesi per finanziare delle campagne elettorali personalizzate”, finisce Maria Grazia Fria.