laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Pellegrinaggio Mariano

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il mese mariano di maggio si è aperto in diocesi con il consueto pellegrinaggio del primo sabato del mese, che questa volta ha avuto come mèta il santuario di Nostra Signora del Trezzo, a Corvara di Beverino. Il pellegrinaggio ha sempre come obiettivo la preghiera per le vocazioni e per la santificazione del clero. Circa duecento persone hanno partecipato prima alla processione, con la recita del Rosario, poi alla Messa celebrata dal vescovo Luigi Ernesto Palletti. “Molti dei suoi discepoli se ne andarono”, riportava il brano evangelico della liturgia. «È una sottolineatura particolare – ha detto il vescovo, commentando quel brano –, siamo abituati a vedere Gesù attorniato da molti discepoli. Ma, questa volta, aveva appena detto loro una parola molto dura: “Vi darò il mio corpo da mangiare, e il mio sangue da bere”. Se non guardata con gli occhi della fede, si tratta di un’espressione molto difficile da comprendere». «Ma è talmente autentico il Suo insegnamento, che Gesù non si ferma neanche di fronte all’incredulità e allo scandalo dei discepoli. Avrebbe potuto dire: “avete capito male, vi rispiego tutto”. Invece non cambia una parola. Anzi, mette alla prova la fede dei discepoli, e sottolinea la verità della sua affermazione. Avevano capito bene e avevano reagito di conseguenza, allontanandosi da Lui». «Il dono del proprio sangue e del proprio corpo non sono un simbolo, ma realtà, anche se presentata sotto i segni del Sacramento. Sin dagli inizi, i primi fedeli avevano già forte la consapevolezza della realtà eucaristica. Da subito, la Chiesa ha creduto che, attraverso le parole della consacrazione da parte del sacerdote, il pane e il vino diventano il corpo e il sangue di Cristo. Non bisogna lasciarsi ingannare dai sensi. Dopo la consacrazione, sembra ancora pane, ma pane non è più. Sembra ancora vino, ma vino non è più». Alle parole di Gesù, i più se ne andarono. “Volete andarvene anche voi?”, disse quindi ai Dodici. In realtà, avrebbe potuto dire: “Volete farvi un Vangelo a vostra misura?”. «Perché noi, probabilmente, – prosegue il vescovo – non diremmo “andiamo via”. Diremmo piuttosto “sì ma”, facendoci un Vangelo a nostra misura, con le nostre norme, secondo le nostre convenienze». «Ecco perché è importante la domanda di Gesù: “Forse anche voi volete andarvene?” e la risposta di Pietro: “Signore, da chi andremo? Tu solo hai parole che danno la vita eterna”. Noi crediamo anche se è duro credere durante il cammino di ogni giorno, è duro accettare che il Vangelo scenda nella nostra vita, contro il nostro modo di pensare». «Il pastore è importante perchè garantisce che gesti, parole e interpretazioni siano autentiche. Altrimenti non è pastore, né maestro, ma guida verso se stesso. Non servono sacerdoti eroi, ma capaci di compiere gesti veri e di dire parole vere. Chiediamo il dono di tante e sante vocazioni. Oggi, alla vigilia della giornata per le vocazioni, chiediamo con forza al Signore che mandi operai alla Sua messe».

L’importanza di una firma

Nelle parrocchie di tutta Italia, per iniziativa della Conferenza episcopale italiana, si tiene oggi una giornata di sensibilizzazione sul tema dell’8 per mille alla Chiesa cattolica. Come è noto, in occasione della prossima dichiarazione dei redditi Irpef, ogni contribuente può destinare l’8 per mille di quanto dovuto all’erario, senza alcun costo aggiuntivo, ad una confessione religiosa. Sin dall’istituzione di questa possibilità, negli anni Ottanta, la Chiesa cattolica è sempre stata la preferita tra quanti ne hanno usufruito. I fondi raccolti vengono destinati alle diocesi, e da queste utilizzati, con precise operazioni di rendiconto, sia al sostentamento del clero sia ad importanti opere di carità e di solidarietà umana, così come anche alla tutela del patrimonio artistico e culturale conservato nei luoghi sacri del paese. In questi anni la diocesi della Spezia – Sarzana – Brugnato ha visto più volte alcuni dei propri sacerdoti essere scelti a livello nazionale come “testimonial” della campagna in favore dell’8 per mille. Quest’anno, come abbiamo già riferito, lo è don Luca Palei, direttore della Caritas. In passato vennero scelti don Franco Pagano, allora parroco di Riomaggiore, e monsignor Luigi Lavagnino, oggi scomparso, che fu parroco a Castello di Carro per circa settant’anni, sino a raggiungere in attività di servizio il secolo di vita.

Nuovi operai per la messe del Signore

Una grande partecipazione di fedeli ed un’atmosfera di intenso raccoglimento hanno caratterizzato l’altro venerdì sera, nella chiesa parrocchiale della Santissima Annunziata di Ceparana, la tradizionale Veglia diocesana di preparazione alla Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, Giornata che si è poi tenuta domenica scorsa. In una forte omelia, il vescovo monsignor Luigi Ernesto Palletti ha sottolineato l’importanza, da una parte, di chiedere al Signore della messe nuovi operai per la Sua messe, dall’altra che i giovani siano pronti ad interrogarsi onestamente sulla propria vocazione, e a rispondere con coraggio e con convinzione alla chiamata, specie per quanto riguarda le vocazioni di speciale consacrazione, come il sacerdozio e la vita religiosa. Il vescovo ha elogiato il fatto che la Veglia, quest’anno, fosse stata organizzata in un modo nel quale prevaleva il silenzio: «Spesso – ha detto – l’adorazione eucaristica è infarcita di letture o di preghiere. Sono importanti, ma bisogna lasciar spazio a Dio nel silenzio». Al termine della Veglia, il rettore del seminario don Franco Pagano, responsabile del centro diocesano per le vocazioni, ha ringraziato le numerose persone presenti, molte delle quali giovani, ed inoltre il pievano monsignor Fausto Spella per l’ospitalità concessa, i seminaristi, i chierichetti ed i componenti del coro per l’accompagnamento musicale. La Veglia era stata infatti allietata dal coro parrocchiale e da quello della pastorale giovanile, diretti da Marianna Bragazzi. La Veglia solitamente si svolgeva alla Spezia, ma da quest’anno il centro diocesano ha pensato di rendere questo momento “itinerante” per coinvolgere sempre più tutte le realtà della diocesi e per rilanciarlo come un appuntamento significativo nel cammino della Chiesa locale. L’intero mese di maggio, del resto, è dedicato in diocesi in modo particolare alle vocazioni, tema reso attuale dalla crescente scarsità del clero. Il vescovo ha svolto una riflessione su questi argomenti anche nel corso del pellegrinaggio diocesano che è dedicato ogni primo sabato del mese proprio al tema delle vocazioni.

Una collettiva sui fiori

Nuova rassegna collettiva d’arte al centro culturale “Angiolo Del Santo” di via Don Minzoni 62, alla Spezia, sede della sezione spezzina dell’Unione cattolica artisti italiani. Dopo la conclusione della tradizionale rassegna pasquale, intitolata quest’anno “Il sacrificio del Verbo fatto uomo” e dedicata al tema della passione, morte e risurrezione del Signore, sarà ora la volta, in linea con il mese di maggio, “cuore” del periodo primaverile, di una rassegna dedicata ai “Fiori”. Opere floreali, dunque, declinate secondo le diverse tendenze artistiche e pittoriche presenti nell’attività dei soci dell’Unione. Espongono in questa occasione Gloria Augello, Rosella Balsano, Guido Barbagli, Anna Maria Barini, Umberto Bettati, Luigina Bo, Antonella Boracchia, Ferdinando Brogi, Giobatta Framarin, Giuliana Garbusi, Neddi Gianrossi, Anna Maria Giarrizzo, Matteo Grimoldi, Enrico Imberciadori, Mario Maddaluno, Marisa Marino, Sergio Maucci, Nina Meloni, Fabrizio Mismas, Pierluigi Morelli, Graziella Mori, Cettina Nardiello, Franco Ortis, Maria Pia Pasquali, Marina Passaro, Biancamaria Patuzzo, Malia Pescara Di Diana, Maria Luisa Petri, Mirella Raggi, Rosa Maria Santarelli, Nicol Squillaci, Maria Rosa Taliercio. Giovedì prossimo 18 maggio la rassegna sarà inaugurata alle 17.30 nel corso di una “vernice” cui tutti sono invitati. Presenterà le opere il critico d’arte Valerio Paolo Cremolini. La mostra sarà visitabile sino al 31 maggio prossimo, dal martedì al sabato, dalle 17.30 alle19. Per informazioni si può consultare il sito www.ucailaspezia.org. Nelle settimane scorse, a conclusione del ciclo pasquale, il centro “Del Santo” ha ospitato anche un evento musicale, “Dalle antiche sequenze al canto popolare”, con Franca Gambino e Lucia Iacolino, e presentazione di Gabriella Mignani.

Incontro su Itala Mela

In vista della beatificazione di Itala Mela, in diverse parrocchie si tengono incontri preparatori a questo importante evento. Venerdì prossimo 19 maggio alle 21 sarà la volta della parrocchia di Romito Magra, dove si terrà un incontro per tutto il vicariato di Ameglia – Arcola. Sarà presente il vescovo Luigi Ernesto Palletti.

Addio diacono Marcello!

Presieduti dal vescovo, si sono svolti mercoledì mattina nella chiesa santuario delle Grazie, nel comune di Porto Venere, i funerali del diacono permanente Marcello Duranti, che proprio alle Grazie era nato l’8 ottobre 1930. Aveva dunque ottantasei anni. Era stato ordinato diacono dal vescovo Siro Silvestri il 4 settembre 1989: tre anni fa aveva quindi festeggiato i venticinque anni di diaconato. Dopo l’ordinazione, gli furono affidati numerosi incarichi di collaboratore parrocchiale: alle Grazie e a Fezzano dal 1989 al 1991; a Torpiana e a Sasseta dal 1981 al 1997; a Serò e a Zignago dal 1996 al 2001; al Muggiano e al Ruffino dal 2001 al 2002; ancora alle Grazie dal 2002 al 2004. Nel 2002 era divenuto canonico mansionario della cattedrale di Cristo Re, alla Spezia. Da alcuni anni era impedito nel ministero per gravi motivi di salute ed è vissuto serenamente in famiglia sino alla morte, avvenuta sabato 6 maggio. Alla moglie, ai figli e ai familiari tutti rivolgiamo le nostre sentite condoglianze.

 La festa di Santa Rita

Ritorna alla Spezia la festa di Santa Rita, una delle sante più amate, oggetto da sempre di una straordinaria devozione popolare perché la gente la sente molto vicina per la “normalità” dell’esistenza quotidiana da Lei vissuta, prima come sposa e madre, poi come vedova ed infine come monaca agostiniana. Nel santuario che sorge in via Zagora 25, nel quartiere dei Vicci, venerdì prossimo 19 maggio inizia il triduo di preparazione, con la recita del Rosario alle 17 seguito dalla Messa. Sabato e domenica il Rosario sarà alle 17.30 sempre seguito dalla Messa. Lunedì 22 maggio, festa della santa, le Messe saranno celebrate alle 7, 8.30, 16 (con la benedizione dei bambini) e alle 18. Alle 17.30 sul sagrato del santuario è prevista la “Benedizione delle rose”, che verranno comunque benedette al termine di tutte le Messe. Alle 20.30 nel piazzale del santuario si terrà il rito del “Transito “ della santa, seguito dalla solenne processione per le vie della parrocchia con la statua della santa. Alle 21.30 serata in dialetto spezzino con Renzo Fregoso. Da sabato a lunedì banco dell’artigianato parrocchiale e pesca di beneficenza. Sabato e domenica, dalle 19.30, sagra e “sgabei” disponibili dalle 17, anche lunedì.

Festa dell’Olmo

Celebrazioni solenni oggi 14 maggio al santuario della Madonna dell’Olmo, dove per tradizioni confluiscono fedeli da tutto il Golfo spezzino. Alle 17 il vescovo diocesano Luigi Ernesto Palletti presiede la Messa solenne. Per tutto il giorno sono in funzione servizi di ristoro per i fedeli.

Brugnato celebra il patrono

Mercoledì prossimo 17 maggio la città vescovile di Brugnato celebra il patrono san Pasquale Baylon. Alle 17, nella chiesa concattedrale, il vescovo Luigi Ernesto Palletti concelebra con i canonici e con altri sacerdoti la Messa solenne, cui segue la processione per le vie dell’importante borgo della Val di Vara.

Celebrazioni di Cresima

Il vescovo Luigi Ernesto Palletti, stamani alle 11, celebra Messa e conferisce le Cresime alla Spezia, nella parrocchia di Nostra Signora della Salute detta della Scorza, in piazza Brin. Nei prossimi giorni lo farà inoltre venerdì alle 18 al Molinello di Vezzano ligure, sabato alle 16 a Pian di Follo e alle 18 a Casale di Pignone, e domenica alle 10 in Santa Maria Assunta della Spezia e alle 17 a Follo alto.

Santa Caterina a Tavarone

Oggi 14 maggio a Tavarone, nel comune di Maissana, si celebra la festa di Santa Caterina da Genova. E’ l’occasione per un ritrovo di tutti gli abitanti di ieri e di oggi, con molte persone e famiglie che rientrano nel paese natale. Alle 11 viene celebrata la Messa in canto, con il coro “Campodonico”, cui segue l’incontro conviviale.

Il vescovo in Arsenale

Venerdì prossimo 19 maggio il vescovo Luigi Ernesto Palletti sarà in visita all’Arsenale della Spezia. Alle 10.30 celebrerà la Messa per il personale civile della Marina militare.

Scuola della Parola

Sabato prossimo 20 maggio alle 10, nella cappella del centro diocesano di Azione cattolica, in via Don Minzoni 56 alla Spezia, monsignor Ilvo Corniglia, abate parroco di Santa Maria Assunta, concluderà gli incontri della Scuola della Parola con una riflessione sulle Beatitudini. Tutti sono invitati.

Donne raccontano la Resistenza

Domani, alle 21, presso il Cineclub Controluce in Via Roma 128 alla Spezia, sarà proiettato il docufilm: “Libere” di Rossella Schillaci. Voci di donne raccontano la Resistenza.

Più informazioni su