laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

A Enea l’incarico di sviluppare progetti per le aree dopo la dismissione della centrale Enel

LA SPEZIA – All’Enea l’incarico di sviluppare dei progetti  da realizzare  dopo la dismissione  dell’Enel. Perchè Enea?  In quanto è una struttura  importante che fa ricerca ad altro livello. Questo quanto è emerso dall’incontro  che si è svolto oggi a Palazzo Civico con la Viceministro all’Economia Teresa Bellanova, le organizzazione sindacali, Confindustria La Spezia, Cna, Confartigianato ed Enel  alla presenza del sindaco della Spezia Massimo Federici e dell’assessore allo sviluppo economico Laura Ruocco.

La vicemimistro ha dato atto dell’importanza del percorso avviato dal Comune della Spezia, del clima di collaborazione tra le parti sociali e dell’aver iniziato a lavorare alle prospettive future in anticipo rispetto alla dismissione al fine di evitare ogni approccio emergenziale. Nel sottolineare l’importanza del settore industriale per il futuro del Paese, la viceministro ha indicato La Spezia come un’area di eccellenze industriali da valorizzare.

3

“Si è trattato – ha dichiarato il sindaco della Spezia Massimo Federici – di un passaggio molto produttivo con l’impegno da parte della viceministro di una presa in carico a livello nazionale della partita della riconversione delle aree della centrale secondo un calendario che vedrà dai prossimi giorni l’avvio di un interlocuzione strutturata tra Governo e i vari attori coinvolti, nazionali e territoriali. Altro dato l’apertura rispetto agli strumenti finanziari, dai contratti d’area agli accordi di programma, che saranno messi in atto in modo dedicato a sostegno dell’operazione.  Crediamo nell’industria e nella sua capacità di dare lavoro di qualità ai nostri giovani. I 72 ettari sono una grande opportunità per realizzare una città del lavoro e dell’innovazione industriale”

Claudia Verzani