laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Manfredini sul tema della sanità

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il tema della sanità ė tra i più delicati e sentiti dalla nostra comunità. Paolo Manfredini, candidato sindaco del centro sinistra, interviene avanzando alcune proposte: «Ritengo sia necessario realizzare nei tempi più brevi possibili il nuovo ospedale del Felettino, moderno e all’avanguardia sotto il profilo architettonico e tecnologico, nonché di un hospice che sia inserito nel tessuto urbano della città. Bisogna inoltre sollecitare misure tese all’abbattimento delle liste d’attesa per garantire maggiore equità e uguaglianza delle risposte sanitarie. Le cure devono essere di elevato livello per tutti. Sollecitare anche le politiche sanitarie che riducano le ‘fughe’ dei pazienti verso le strutture sanitarie fuori Asl o fuori regione.

Sono inoltre convinto dell’importanza di sostenere la promozione della prevenzione primaria e secondaria delle malattie cronico degenerativequali le patologie neoplastiche con efficaci campagne di screening per la individuazione dei casi precoci.

Per quanto riguarda le malattie croniche e per gli anziani, è necessariopotenziare l’assistenza domiciliare integrata al fine di ridurre le ospedalizzazioni improprie e promuovere cure personalizzate che consentano al malato di mantenere il più a lungo possibile il contatto con il proprio ambiente di vita e i propri rapporti sociali e affettivi. Un aspetto fondamentale delle cure sotto il profilo umano e psicologico.

Necessario inoltre sollecitare il potenziamento dei servizi territoriali per decongestionare i servizi ospedalieri e un sempre maggiore investimento nel realizzare l’integrazione ospedale territorio e i servizi rivolti alla tutela delle fasce di popolazione più deboli come minori, disabili, psichiatrici, soggetti dediti ad abuso, seguiti spesso da servizi altamente professionali ma sotto organico.

Tra le altre proposte, quella di perseguire la linea della qualità dei servizi sociosanitari sempre più orientati verso i bisogni soggettivi dei cittadini nel rispetto delle differenze di genere e differenze etniche e culturali. Infine, ritengo doveroso puntare a una protezione dei più deboli nel promuovere politiche vaccinali che coprano percentuali sempre più alte di popolazione, soprattutto minori.

Più informazioni su