laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Spezzina vittima di percosse e aggressioni

Più informazioni su

Scattano denunce e divieto di avvicinarsi alla donna da parte di una coppia e della figlia.

LA SPEZIA – Due donne e un uomo sono finiti nei guai dopo l’ennesima minaccia ai danni di una spezzina di 59 anni. Nel mirino dei poliziotti della Squadra Mobile sono finiti L.S., spezzina di 50 anni, sua figlia M.S., di 24 anni e il marito di L.S., marocchino di 29 anni.

Tutto ha inizio il 12 maggio scorso quando la vittima è stata aggredita e percossa a sangue per strada ad opera del terzetto: una delle persone le metteva le mani sulla bocca e l’altra l’afferrava per il collo. La vittima ha riconosciuto i  suoi aggressori e nella denuncia sporta il 17 maggio scorso la donna ha raccontato agli inquirenti che i dissapori con le tre persone andavano avanti da circa un anno. Il 12 maggio scorso a causa della violenza subita, si accasciava a terra priva di sensi con perdita copiosa di sangue dal naso.

Al pronto soccorso la donna veniva giudicata guaribile in un mese. L’ultimo episodio ha visto il magrebino minacciare da bordo della sua auto la donna dicendole di volerla sfregiare con l’acido se non avesse ritirato la querela. I poliziotti della Mobile grazie anche all’acquisizione delle telecamere di videosorveglianza hanno provato la responsabilità del terzetto e i ,loro comportamenti vessatori. Per un certo periodo di tempo non ci sono stati più episodi di violenza ma dall’inizio di maggio la coppia per cinque e sei volte ha tentato di minacciare la 59enne.

I tre sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per atti persecutori, minacce, lesioni personali e scippo perché nel luglio 2016 il magrebino oltre alle lesioni aveva strappato alla vittima una catenina d’oro che indossava. E inoltre nei loro confronti è scattato il divieto di avvicinarsi alla donna.

Più informazioni su