laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Spezia Popolare: i quartieri del levante e la difficile convivenza

Più informazioni su

LA SPEZIA – Pare proprio che le ultime amministrazioni comunali targate centro sinistra abbiano messo in atto una politica estranea, lontana o comunque negligente riguardo le criticità che soffre un’ampia parte dei suoi cittadini.

La candidata della lista La Spezia Popolare Alessandra Mari ed il consigliere regionale Andrea Costa sottolineano, al riguardo, come i quartieri del Levante cittadino ( Pagliari, Fossamastra, Canaletto, Ruffino) da anni soffrano e sopportino i drammatici problemi legati all’inquinamento sia acustico che atmosferico (presenza di 14 discariche, assenza di reali progetti di bonifica e rischio peraltro imminente di riapertura dell’ex discarica di Saturnia sulle colline di Pitelli), all’impatto ambientale di un possibile sovradimensionamento del porto, nonchè alla presenza di un fronte-mare ridotto a pira di containers; in un affaccio sul Golfo dei Poeti, tra i piu’ belli del nostro Paese.

Riguardo questi quartieri, da tempo, non si fa altro che discutere di come, ad oggi, non si sia ancora riusciti a coniugare la tutela della salute e quella ambientale con lo sviluppo economico, l’incremento dei posti di lavoro e l’espansione del porto. Di fatto, le molte denunce degli stessi residenti e delle associazioni ambientaliste che li vogliono rappresentare – molto spesso esclusivamente autoreferenziali – non hanno sortito alcun effetto.

I due candidati vogliono mettere il loro accento e prendere ad esempio, in proposito, una piccola realtà nel quartiere di Pagliari, il “Parco Sabrina”, piccola area ludica che, oltre a soffrire di uno stato di degrado ed incuria rilevanti, testimonia l’assoluta indifferenza delle istituzioni e un grande fattore di rischio: il parco, infatti, sorge vicino ad un capannone rivestito d’amianto!

I due esponenti sottolineano come non sia necessario ribadire che l’amianto contiene fibre aereo- dispersive, che vengono inalate e che rimangono per sempre nei polmoni, causando malattie tumorali e morti precoci.

La presenza di amianto – per giunta in un’area destinata allo svago dei bambini e delle famiglie – come quella, altresì, di rifiuti tossici in queste aree, ha determinato e continua a produrre conseguenze devastanti per la salute pubblica; soprattutto il diffondersi di gravi patologie, quali mesoteliomi e asbesto-correlate, in una escalation che non pare arrestarsi mai.

Studi epidemiologici condotti dalla ASL 5 negli ultimi anni testimoniano, infatti, che nel comune della Spezia si sono registrati tassi di mortalità per il cancro al polmone piu’ elevati rispetto, addirittura, al resto d’Italia.

La Spezia, dal ’94 al 2008, ha riportato 216 casi di mesotelioma e nel 2000 siamo stati la Provincia con la maggior incidenza dello stesso al mondo!!!

Sappiamo esistere un programma di sorveglianza sanitaria o, meglio, un gruppo di ricerca dell’ospedale San Bartolomeo di Sarzana (sostenuto dalla FONDAZIONE CARISPE), in sinergia anche con l’Ospedale SANT’ANDREA, che si preoccupa soprattutto della diagnosi precoce per la prevenzione primaria in queste aree interessate.

E’ opportuno, certo, l’opera di diagnosi preventiva, al fine di garantire al nostro cittadino la piena tutela della sua salute; ma occorre, ancor prima e per debellare alla radice il problema, adottare sistematicamente misure che sappiano sanare, riabilitare e restituire a giusto decoro queste realtà cittadine, che fanno parte della nostra famiglia spezzina.

Come possiamo, quindi, non dare giusta espressione alla voce dei cittadini dei quartieri del Levante; voce che rivendica il diritto alla tutela della propria salute, dell’ambiente e del lavoro?

Non possiamo voltare lo sguardo di fronte all’accorato appello di famiglie che hanno visto non solo svalutare il frutto dei loro sacrifici di una vita (immobili deprezzati), ma, soprattutto, hanno visto minato e distrutto il loro ambiente, e calpestato il loro sacrosanto – e costituzionalmente garantito – diritto a vedere tutelata la loro salute e quella dei loro figli.

Alessandra MARI   Candidata al Consiglio Comunale nella Lista La Spezia Popolare

Andrea COSTA        Candidato al Consiglio Comunale nella Lista La Spezia Popolare

Più informazioni su