laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Andrea Costa (Liguria Popolare) – nuovi criteri per l’assegnazione degli alloggi di edilizia pubblica

Più informazioni su

Più attenzione alle fasce deboli e nuovi alloggi con la vendita del patrimonio inutilizzato di ARTE.

GENOVA – Oggi è una giornata importante per i cittadini liguri. A seguito del via libera della IV Commissione, da me presieduta, il Consiglio Regionale odierno ha approvato la modifica alla LR n° 10/2004 con i nuovi criteri per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Questa è una vera riforma!” – dichiara il Presidente della IV Commissione Ambiente e Territorio Andrea Costa (Liguria Popolare) – “Il percorso che ha portato a questa modifica è stato caratterizzato da un confronto costruttivo con tutte le parti interessate, come ad esempio gli inquilini e l’ Associazione dei padri di famiglia“.

Si tratta di una modifica che introduce profonde novità sui  criteri  per l’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare che senz’altro andranno incontro a chi maggiormente ha necessità di una casa e non è nelle condizioni di soddisfare la sua esigenza sul mercato privato». Inoltre prosegue il Consigliere Costa “individua categorie sociali a cui assegnare gli alloggi disponibili. Si tratta, in particolare, di nuclei familiari al di sotto della soglia di povertà assoluta: anziani ultra sessantacinquenni, nuclei familiari con soggetti disabili  o malati terminali, giovani coppie di età non superiore ai 35 anni con figli, nuclei familiari soggetti a procedure esecutive di rilascio, genitori separati o divorziati, persone sole con minori”.

Può ottenere l’alloggio – prosegue il Consigliere Costa, Presidente della IV Commissione – anche un coniuge separato o divorziato, proprietario di un’abitazione ma che,  a seguito di decisione giudiziale, non ha più la disponibilità dell’alloggio.  I nuovi criteri di assegnazione privilegiano il concetto della radicalizzazione sul territorio regionale dei richiedenti. In particolare è richiesto per gli stranieri il soggiorno regolare decennale sul territorio nazionale e per tutti la residenza quinquennale anagraficamente accertata in regione”.

Il Consigliere Costa sottolinea che la nuova modifica agevola la vendita di immobili inutilizzati e il ricavato sarà utilizzato in programmi di costruzione, acquisto o recupero di alloggi pubblici, al fine di ampliare l’offerta a canone sociale.

Una legge – conclude Il Consigliere Regionale Andrea Costa – che riconosce diritti a chi prima non li aveva! Crea condizioni affinché si possano costruire nuovi alloggi. Inoltre attraverso l’operazione EnerShift da 1 milione di euro di fondi europei si potranno riqualificare alloggi per almeno 3.500 famiglie liguri. Con queste motivazioni ho espresso convintamene il mio voto favorevole”.

Più informazioni su