laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Manfredini contro il modello di raccolta rifiuti proposto dalla coalizione del centrodestra

LA SPEZIA – “Leggo dichiarazioni provenienti dal centrodestra, ancora una volta non dal candidato sindaco ma da un consigliere regionale, circa una rivoluzione in materia di rifiuti. Si promette un nuovo modello di raccolta per abbandonare il porta a porta e passare ad isole collocate all’interno di locali privati presi in affitto dal gestore. Più che la fortuna dei cittadini questa sarebbe la fortuna di chi possiede garage di proprietà”. Lo ha detto Paolo Manfredini, candidato sindaco del Centro Sinistra.

“Battute a parte, siamo di fronte ad una boutade elettorale – ha proseguito -. Vorrei chiedere al centrodestra in quali grandi città sarebbe operativo questo modello ma la risposta è molto semplice: nessuna. Questo modello di raccolta dei rifiuti non è realizzabile su scala medio grande perché avrebbe costi insostenibili, a partire dalle centinaia di locali necessari, da affittare e attrezzare.
Dobbiamo essere onesti, concreti, e migliorare l’attuale sistema che presenta ancora delle innegabili carenze.
Io sono convinto della necessità di portare tutta la raccolta in notturna dalle 24 alle 6, dell’apertura di un’ulteriore isola ecologica e del rafforzamento di quelle mobili. Anche il vetro deve essere raccolto a domicilio per evitare le campane, altrimenti degenerate in luoghi di abbandono per altri rifiuti. A questo proposito servono più controlli e telecamere per arginare simili fenomeni di inciviltà. Agevoleremo ulteriormente l’installazione dei contenitori condominiali cambiando il regolamento comunale.
La vera rivoluzione deve essere quella della tariffazione, andando senza indugio verso la tariffa puntuale. I cittadini devono pagare in base al rifiuto prodotto ed essere premiati quando conferiscono materie differenziate da riciclare. Il porta a porta si presta naturalmente a questo scopo senza bisogno di investimenti epocali, basta la tracciabilità di sacchetti e bidoni tramite un tag”.