laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Manifesto sul futuro della Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Credo fermamente che la scienza sia ormai base dello sviluppo civile e insostituibile componente dello spirito del nostro tempo.

Ma so altrettanto bene, che per dare concretezza a questo modello il cittadino ha bisogno di lavoro, tutela della salute, moralità pubblica, studio, adeguata assistenza nel caso di non autosufficienza.

Alla Spezia opera la ASG, Superconductors, della famiglia Malacalza che realizza bobine, cuore del progetto internazionale «Iter» che consentirà di ottenere grandi quantità di energia, finalmente pulita, dalla fusione invece che dalla scissione nucleare.

La scienza è il motore per posti di lavoro coperti da nuove figure professionali che si ripercuotono positivamente nell’ambiente sociale.

La ASG conferisce non solo lavoro, ma dignità civile alla nostra città che è stata addirittura definita da un giornalista, forse esagerando, come parte della piccola Sillicon Valley della superconduttività ligure.

Penso anche alla Nuova Biblioteca Beghi, costruita nell’area ex Fitram e considerato dal Sole 24 ore uno dei dieci più grandi progetti di architettura del 2017.

Un progetto fortemente voluto dall’amministrazione e realizzato in periferia dallo studio 5+1AA di Alfonso Femia e Gianluca Peluffo con la convinzione che “la lettura e la cultura qualora identificati con un luogo dedicato, possano divenire un’occasione di crescita, di formazione, di socializzazione”.

E mi viene anche in mente un’altra importante opere urbanistica appena inaugurata e realizzata con i fondi europei, la Mediateca regionale che contiene oltre 20 mila tra libri, prodotti audio, 100 mila immagini digitalizzate, sala proiezione, spazio espositivo.

Tutto queste attività richiedono supporti lavorativi di vario tipo non specifici, ma senza i quali non potrebbero esistere.

Queste nuove imprese, sostenute dalla ricerca scientifica, creano comunque l’esigenza di varie figure di supporto, autonome o direttamente indotte, con funzioni esecutive, professionali, commerciali.

“Chi non vive lo spirito del suo tempo, ne raccogli solo i mali!” diceva Voltaire.

Anche per questo motivo la lista civica “Spezia bella forte unita” che io rappresento appoggia, il candidato Sindaco Paolo Manfredini.

Silvia Scali, Capolista lista “Spezia bella forte unita” per Paolo Manfredini Sindaco

Più informazioni su