laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

I giovani e la Costituzione, premiati gli studenti di Arcola e Ameglia

Più informazioni su

ARCOLA – “I giovani e la Costituzione della Repubblica italiana”. È questo il leitmotiv che ha caratterizzato, insieme al processo didattico, l’attività degli alunni delle scuole elementari e medie dell’istituto comprensivo di Arcola e di Ameglia. Ieri lunedì 5 giugno il percorso degli studenti legato alla carta fondamentale è giunto a compimento con la presentazione e le premiazioni dei loro elaborati scritti e filmati, tenute nell’auditorium della scuola Bastreri a Ressora.

Una sala gremita di ragazzi ha fatto da sfondo alla manifestazione alla quale hanno preso parte il senatore Massimo Caleo, i sindaci di Arcola Emiliana Orlandi e di Ameglia Andrea De Ranieri, i rappresentanti dell’Anpi Sergio Borrini, Ruggero Borzoni e Giorgio Brero e con loro tre storici partigiani Angelo Devoti, Vittorio Bernabò e Mario Bernazzani. E ancora: Valeria Vasoli in rappresentanza del prefetto Antonio Lucio Garufi, i docenti dei vari plessi e la dirigente Clementina Petillo.

Quest’ultima, dopo gli onori di casa, ha spiegato come gli studenti si sono confrontati con la Costituzione durante l’anno scolastico. Ha sottolineato poi la scelta della data della cerimonia finale significativa perché giunta all’indomani della festa della Repubblica. Infine ha rimarcato l’impegno che ogni giovane deve svolgere anche in futuro per conservare una legge fondamentale così importante.

Valeria Vasoli ha ripreso le parole della preside, ha invitato i ragazzi a fare tesoro dei principi della Costituzione e per ultimo ha portato loro i saluti del prefetto.

Il sindaco di Arcola Emiliana Orlandi ha preso spunto dal tricolore che campeggia da tempo nell’auditorium della scuola Bastreri con scritto sopra i punti salienti della Costituzione per mettere in risalto i principi fondamentale del vivere quotidiano.

Il capo della giunta di Ameglia Andrea De Ranieri ha stuzzicato la curiosità dei ragazzi invitandoli a chiedere sempre risposte intorno ai principi della Costituzione, ovvero ai valori dell’eguaglianza, dei diritti e dei doveri, ai messaggi che questi trasmettono in una realtà turbata dagli eventi di terrorismo.

Sergio Borrini e Ruggero Borzoni hanno portato il saluto dell’Anpi. Non hanno fatto mistero della difficoltà a giudicare le opere elaborate dai ragazzi, tutte meritevoli e ben impostate. Hanno poi presentato loro i tre storici partigiani della Brigata Muccini, Angelo Devoti, Vittorio Bernabò e Mario Bernazzani, ai quali hanno riconosciuto il merito di aver lottata, come tanti altri che non ci sono più, per raggiungere la libertà, alla base della Costituzione.

Sulla libertà riconquistata ha incentrato le sue prime frasi anche il senatore Massimo Caleo, soddisfatto di aver trovato davanti a sé così tanti studenti, lui ora parlamentare ma che svolge il mestiere di insegnante. Caleo si è rivolto ai ragazzi dando rilievo alla cultura del rispetto insita nella Costituzione. Ha concluso augurando loro buone vacanza e lanciando loro un invito: quello di leggere almeno un libro prima di settembre.

Tutti ben svolti i lavori degli studenti sulla Costituzione, dicevamo. Le segnalazioni della giuria sono arrivate alle seguenti classi: per gli elaborati delle elementari alle quinte di Baccano e di Fiumaretta-Ameglia e per quelli delle medie alla 3B di Arcola e alla 2A di Ameglia; per i film alla 3A di Ameglia e alle 3C e 3D di Romito.

Più informazioni su