laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Forcieri chiude tra l’entusiasmo: “Spezia è la casa di tutti noi, torniamo a farla sorridere”

Più informazioni su

LA SPEZIA – Si è conclusa tra balli, musica e palloncini la campagna elettorale di Lorenzo Forcieri: in un’affollata Piazza Sant’Agostino, dopo gli interventi dei capolista Vaira e Freccia, seguiti dalla candidata al consiglio comunale Federica Paganelli, è stato il turno del tanto atteso Forcieri:

“Nonostante il fango gettato sul mio conto, gli elettori hanno capito il bene che ho dimostrato negli anni a questa Città. Mi accusano di essere sceso in campo per far perdere il PD? E’ il Pd che si è perso in questi fallimentari anni – ha chiosato Forcieri, che non ha risparmiato stoccate nei confronti dei suoi avversari, da Melley, reo di essere stato assessore al bilancio e alle partecipate quando Acam raggiungeva il suo debito storico, passando per Manfredini, erede di Federici scelto grazie ad un accordo nelle segrete stanze, sino al centrodestra, incapace di governare in Regione ed ora in lizza a Spezia con una coalizione contraddittoria che racchiude cattolicesimo sociale e leghismo salviniano.

9

Forcieri si è quindi definito il vero innovatore di questa tornata elettorale, grazie ad una squadra competente, lontana dalle logiche partitiche e in grado di far compiere a Spezia il salto di qualità che le spetterebbe.

Partendo proprio dall’importanza della Città, il candidato a Sindaco ha declinato i tre slogan che lo hanno accompagnato in questo mese e mezzo:

“Prima la città, i suoi bisogni, i suoi sogni. Vogliamo che Spezia torni a sorridere. Quindi il lavoro al centro, grazie ad un’economia smart, blu e green capace di offrire una crescita solidale. E infine la forza di cambiare, per una città più bella, accogliente, aperta al turismo, pulita e sicura. La Città è la casa di tutti noi – ha chiosato un commosso Forcieri –

8

Dunque i ringraziamenti finali, l’appello e un cornetto portafortuna, anche perché, dopo gli sforzi di un mese appassionante, un po’ di scaramanzia non guasta mai.

Più informazioni su