laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Al Frame, il live di Eagle Sommacal per la presentazione di Voice of The Eagle: The Enigma of Robbie Basho

Più informazioni su

LA SPEZIA – Giovedì 15 giugno il circolo Arci Frame presenta Egle Sommacal, Des Moines e Voice of The Eagle: The Enigma of Robbie Basho. Si tratta di una serata composita e davvero molto interessante: il documentario Voice of The Eagle: The Enigma of Robbie Basho, di Liam Baker, sarà proiettato per la terza volta in Italia (la prima in Liguria) e ad introdurlo saranno due musicisti. Des Moines, ovvero Simone Romei, che si è occupato di diffondere il documentario in Italia farà una breve introduzione musicale, ci sarà poi il live del chitarrista dei Massimo Volume, Egle Sommacal.

La storia del documentario e del suo protagonista sono molto particolari, prima della sua bizzarra morte per mano di un chiropratico, Robbie Basho era convinto che le sue composizioni non gli sarebbero sopravvissute. Orfano fin dall’infanzia, sinestetico (a causa di un fenomeno sensoriale/percettivo interpretava il suono come colore) e convinto di essere la reincarnazione di un poeta giapponese del diciasettesimo secolo – la produzione musicale del chitarrista e cantante di Baltimore era stravagante almeno quanto il suo personaggio. Nel corso della sua breve e travagliata vita, pose le basi per cambiamenti radicali nello scenario musicale Americano. Voice of the Eagle: The Enigma of Robbie Basho è un viaggio nel cuore delle lotte che hanno accompagnato l’intera vita di un artista – destinato a illuminare e saziare sia i fan di lunga data che i neofiti, con interviste ai suoi ex-studenti, ai suoi contemporanei e ai suoi pochi intimi amici (tra cui Pete Townshend, William Ackerman, Henry Kaiser e Country Joe McDonald), il documentario integra nuove informazioni e aneddoti su Basho con inedito materiale d’archivio e le riprese dei paesaggi e dei fenomeni naturali che hanno ispirato la sua opera.

DesMoines è Simone Romei, chitarra e voce. Come dice lui stesso, «si trova da qualche parte tra il folk britannico anni ‘60, il fingerpicking primitivo e la tradizione americana»

Eagle Sommacal, musicista attivo sin dagli anni Ottanta, dal 1992 ha fatto parte dei Massimo Volume, dal 2002 al 2004 ha collaborato con il gruppo post rock italo-francese degli Ulan Bator. Nel 2007 ha pubblicato per la Unhip records la sua prima prova solista, dal titolo Legno, ha poi continuato con la produzione musicale e collabora con il collettivo Wu Ming. Il suo ultimo disco si chiama L’Atlante della polvere.

Ingresso riservato a tutti i soci Arci, il live inizierà alle ore 22:00, come sempre il Frame sarà aperto dalle 18:30 in poi per aperitivi, panini, taglieri. Per informazioni: frameliveclub@gmail.com.

Più informazioni su