laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Pedofilo seguito e colto sul fatto dalla Squadra Mobile: sorveglianza speciale per 5 anni

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il tribunale Della Spezia, su proposta del questore, ha emesso la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per 5 anni (il massimi consentito dalla legge) a carico di un soggetto che è già stato in carcere per pedofilia. La misura prevede l’obbligo di soggiorno nel comune di La Spezia, l’obbligo di presentazione quotidiano all’Autorità di PS, il divieto di avvicinarsi a luoghi frequentati abitualmente da minori e il divieto di possedere programmi informatici o altri strumenti di cifratura o criptazione di conversazioni o messaggi. Questo soggetto di circa 60 anni quindi non potrà più possedere cellulari e computer.

La proposta è nata dopo un’attività della squadra mobile in seguito alla segnalazione della madre di un ragazzo che era stato adescato da questo soggetto. Il ragazzino infatti aveva accettato l’invito ad una passeggiata lungo il molo Italia e durante questa passeggiata il pedofilo aveva mostrato sul cellulare alcune immagini a sfondo omosessuale chiedendo a ragazzo se volesse imitare le pose. Aveva fissato quindi un appuntamento per il giorno seguente e di questo appuntamento il ragazzo aveva avvisato la madre la quale ha avvisato la squadra mobile che quindi ha organizzato un servizio di appostamento.

Quando il soggetto chiedeva al ragazzo di passare al dunque gli agenti che seguivano i due da vicino intervenivano e accompagnavano il pedofilo presso gli uffici della Questura. Sul suo cellulare venivano rinvenute diverse fotografie pedopornografiche. La divisione anticrimine della Questura quindi ha proposto e ottenuto il massimo della misura di sorveglianza possibile ovvero 5 anni.

Più informazioni su