laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Ecco il nuovo Spezia: presentati dalla società il nuovo allenatore Fabio Gallo e il nuovo Ds Gianluca Andrissi

Gallo: «Sono felicissimo, conosco la piazza, valorizzeremo i nostri giovani e non mancheranno le ambizioni». Il suo secondo è Luca De Fraia.

LA SPEZIA – Parte con entusiasmo il nuovo corso dello Spezia. Dopo l’addio di mister Di Carlo e del ds Fusco, stamane alla sala «Capellazzi» del Ferdeghini si sono presentati il nuovo allenatore Fabio Gallo e il nuovo direttore sportivo Gianluca Angrissi, presenti i vertici della società, il presidente Chisoli, il vicepresidente Corradino e l’ad Luigi Micheli.

«Sono felicissimo di venire allo Spezia, ringrazio e saluto Pietro Fusco che tre anni fa mi fece guidare la Primavera  ed è anche merito di quelle splendide annate che oggi mi ritrovo qui come allenatore della prima squadra. Con l’occasione saluto anche Mimmo Di Carlo, tecnico preparato ed esperto che ha scritto pagine importanti nelle ultime due stagioni. la mia è stata una chiamata inaspettata ed averla ricevuta è stato il coronamento di un sogno. Sono molto legato alla città e allo Spezia, dove ho giocato nelle giovanili. Voglio sfruttare al massimo questa opportunità, con voglia e professionalità, mettendo in campo i valori che per me sono determinanti, ovvero la correttezza, la sincerità e la trasparenza. Non vedo l’ora di cominciare – aggiunge il nuovo tecnico – e sono contento di ritrovare diversi calciatori già allenati nella Primavera. Allenare i giovani ti dà la possibilità di crescere, sbagliare e correggere, ma avevo voglia di confrontarmi con i professionisti e nella passata stagione ho scelto Como la cui esperienza mi ha formato veramente». Qual è l’obiettivo per la nuova annata? « mantenere la categoria e far crescere i nostri ragazzi il più possibile. Avremo sicuramente ambizioni. Il modulo che preferisco è il 3-5-2 e già la rosa attuale la può già interpretarla al meglio. Conosco bene la piazza spezzina, la passione dei tifosi è tanta, anche nei momenti difficili il calore del Picco sarà il nostro valore aggiunto»

Come sarà il suo staff? Come vice avrò ancora una volta Luca De Fraia, figlio dell’indimenticato Maurizio, mentre come preparatore atletico ritrovo Massimiliano Botto. Il preparatore dei portieri sarà ancora Maurizio Rollandi, un professionista esemplare che ha cresciuto tanti portieri e infine Lorenzo Giunta, che avrà il ruolo di match analyst  Presto farò conoscere un collaboratore tecnico che si occuperà del recupero infortunati.

Il direttore sportivo Gianluca Andrissi elogia la società di via Melara. «Per me venire allo Spezia rappresenta una grandissima occasione, è un a piazza organizzata e conosciuta, una società che non ha nulla da invidiare ai club di serie A e quando c’è un’organizzazione del genere, i risultati prima o poi arrivano».

AC-Spezia

Come sarà lo Spezia edizione 2017-18? «Un giusto mix di ragazzi cresciuti nel vivaio, giovani provenienti da club di serie A e calciatori esperti che dovranno contribuire alla crescita dei giovani. Attualmente abbiamo trenta giocatori in organico e dovremo valutare quali sono le intenzioni dei più esperti e se vogliono sposare questo progetto. Noi vogliamo ragazzi che diano tutto per lo Spezia.

Cosa pensa di Gallo? «Felicissimo di averlo, lo conosco fin dai tempi in cui militava nelle giovanili dell’Inter, ha sempre dimostrato una gran de intelligenza, è assolutamente la scelta giusta per realizzare la nostra idea di calcio. Gallo è un vincente, le sue squadre puntano alla corsa e all’aggressività, i giocatori dovranno scendere in campo senza timore sempre con lo stesso atteggiamento.  Il lavoro settimanale è importante per costruire le vittorie del sabato. E io non mancherò mai agli allenamenti».

Intanto il giovane attaccante nigeriano Okereke è stato sottoposto questa mattina ad un intervento di bonifica tendinea al ginocchio sinistro presso la clinica san Camillo Forte dei Marmi. L’intervento è perfettamente riuscito e dalla prossima settimana l’attaccante inizierà il percorso riabilitativo.

Foto http://www.acspezia.com/