laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Mare sicuro 2017, dato il via all’operazione della Capitaneria di porto spezzina

Più informazioni su

LA SPEZIA – Parte anche quest’anno, con l’arrivo della stagione estiva, l’Operazione “Mare Sicuro” condotta a livello provinciale dalla Capitaneria di Porto della Spezia ed avente come obiettivo primario quello di garantire la tutela e salvaguardia della vita umana in mare, dell’ambiente, della sicurezza della navigazione nella sua accezione più ampia e delle risorse ittiche.

E’ noto, infatti, che l’inosservanza delle più elementari norme di sicurezza e l’imprudenza in mare sono spesso causa di incidenti con gravi conseguenze per le persone e talvolta per l’ambiente marino. Per scoraggiare tali comportamenti senz’altro utile è la presenza di militari del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, che sia in mare che sulle coste svolgeranno il proprio servizio di vigilanza e controllo.

Proprio in tale ottica e data l’importanza della collaborazione con gli Enti Locali e gli Organismi preposti alla gestione di aree marine protette, saranno siglate, anche quest’anno, le convenzioni tra la Capitaneria di porto spezzina ed i Comuni costieri di Lerici, Levanto, Deiva Marina, Monterosso, Porto Venere, Riomaggiore, Vernazza, Bonassola e Framura e con l’Ente Parco delle “Cinque Terre”, al fine di garantire un servizio ancora più efficiente e sempre più rispondente alle esigenze dei fruitori del mare in un periodo in cui, lungo la fascia costiera della provincia, la presenza di turisti e residenti aumenta notevolmente.

In sintesi, spiega il Comandante Francesco TOMAS, Capo del Compartimento Marittimo spezzino, “l’obiettivo dell’operazione Mare sicuro 2017, in linea con le direttive del Sig. Ministro Delrio, è quello di tutelare bagnanti, subacquei e diportisti nonché, più in generale, l’ambiente marino attraverso una continua attività di prevenzione e, qualora necessaria, repressione di comportamenti irresponsabili e di attività illecite, garantendo un tempestivo intervento in caso di soccorso in mare”.

Fondamentale per tale attività è sicuramente la collaborazione con il Servizio Nazionale 118, ulteriormente rafforzato quest’anno con la possibilità per il personale sanitario di imbarcare sulla Motovedetta CP 865, destinata esclusivamente all’attività di ricerca e soccorso in mare e che nei week-end sarà destinata presso Porto Venere, al fine di fornire la necessaria assistenza medica a persone bisognose di cure su unità navali ovvero su spiagge o tratti di costa particolarmente impervi o difficilmente raggiungibili via terra.

In aggiunta alla suddetta unità, altri mezzi navali minori verranno impiegati quotidianamente nelle acque dell’Area Marina Protetta “5 Terre”, nonché presso gli approdi di Lerici, Portovenere, Levanto ed Ameglia (Foce del Magra) assicurando, con la propria presenza, sia la salvaguardia della vita umana in mare sia le attività di polizia marittima.

Confermata, inoltre, l’iniziativa dell’ormai noto “Bollino Blu”, che mira alla razionalizzazione dei controlli, adottando una politica preventiva, piuttosto che repressiva nei confronti dei diportisti.

Sempre nell’ottica della prevenzione è stata prevista l’operazione denominata “Vapoéto Segúo”, che vedrà il personale della Sezione Sicurezza della Navigazione della Capitaneria di Porto della Spezia impegnato in controlli a bordo delle motonavi trasporto passeggeri operanti nel locale sorgitore, allo scopo di verificare il mantenimento delle condizioni di sicurezza delle predette unità.

“La prevenzione” – afferma infine il Comandante TOMAS – “non può prescindere da una più diffusa cultura del rispetto del mare. Per questo sarà attuato un piano di informazione con l’ausilio di media locali e attraverso opuscoli informativi, in corso di stampa, con Assonautica ed il Fumettista e velico Davide Besana, con il contributo del Circolo Velico Erix di Lerici, che permetteranno di divulgare quelle basilari nozioni che attengono alla sicurezza e ad un uso consapevole della risorsa “mare””.

L’impegno della Guardia Costiera sarà quindi massimo, come ogni anno, ma sarà arricchita da una più incisiva e continuativa attività di prevenzione, informazione e controllo che traguardi il pacifico esercizio delle attività di balneazione e diportista.

Si ricorda che per le emergenze in mare è sempre attivo, 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno, il numero blu 1530 gratuito su tutto il territorio nazionale ovvero sarà possibile contattare il numero “1 1 2” con il quale la Capitaneria di Porto già opera proficuamente.

Più informazioni su